Bambini esclusi dalle scuole, Cesena capitale dei 'no vax'. Pignatti: "E molti hanno pure fregato"

I dati restituiscono un'immagine di Cesena come città roccaforte dei "no vax", con dati molto superiori a Forlì, Rimini e Ravenna

Il giorno dopo la scadenza del "periodo di tolleranza" per i bambini non vaccinati a scuola, con il conseguente obbligo di escluderli dalle scuole non dell'obbligo, vale a dire materne e asili nido, i dati restituiscono un'immagine di Cesena come città roccaforte dei "no vax". A Forlì, per esempio, in tutte le scuole materne e nido, sia statali che comunali che private, si contano 28 casi di bambini non in regola, al netto delle autocertificazioni che, secondo il Comune di Forlì, andranno controllate dallle direzioni scolastiche con riscontri sull'anagrafe vaccinale regionale. In particolare sono i 18 casi di competenza del Comune di Forlì (scuole materne comunali, circa 700 bambini) mentre altri dieci circa si spalmano sulle scuole statali (1.100 bambini nelle materne), private (circa 900 bambini) e negli asili nido (500 bambini). A Rimini invece i casi sono 28, di cui 23 nelle materne comunali (su 1.100 iscritti) e 5 ai nidi (su 490 iscritti). A Ravenna il numero complessivo scende arddirittura a 10 unità in totale. A Cesena invece, pur avendo una popolazione più piccola, i bambini non in regola sono 31 al nido (28 non hanno presentato nulla - contro i circa 5 di Forlì e Rimini - e 3 autocertificazione) e 316 alla scuola dell’infanzia (92 nulla - contro i 18-23 di Forlì e Rimini - e 224 autocertificazioni).

Tende a ridurre il fenomeno Simona Benedetti, l'assessore ai servizi per la persona: "Tra quei 130 bambini non in regola c'è di tutto - spiega Benedetti - ci sono le famiglie che non hanno mai portato nulla perché magari se lo sono dimenticato, ci sono le autocertificazioni, ci sono anche coloro che, avendo iniziato il percorso di vaccinazione, non hanno ancora presentato i documenti. E' un numero grezzo che, sono convinta, diminuirà moltissimo. Per questo motivo abbiamo mandato i nominativi in nostro possesso all'Ausl per un confronto reale. Penso che tra due settimane dall'Azienda Sanitaria locale circa ci restituiranno un quadro molto più realistico con l'esatto numero di chi, per via della mancata vaccinazione, dovrà essere sospeso. Noi abbiamo 9 scuole materne comunali che significano oltre 650 bambini, più i nidi convenzionati che significano altri 350 bambini"

L'assessore ha anche spiegato che il Comune ha scelto di divulgare il numero grezzo, comprensivo di tutte le situazioni, proprio per invitare e stimolare quelle famiglie che non avessero ancora regolarizzato la loro posizione, per motivi di dimenticanza o altro, a procedere più in fretta possibile. E infatti già in questi giorni parecchi genitori si sono recati in Comune a portare i documenti necessari. "Io confido che alla fine di tutta questa procedura - ha concluso l'assessore - i sospesi siano nell'ordine della decina e non di più". 

Un po' meno ottimista è la cesenate Alice Pignatti, presidente nazionale di "Io Vaccino". "In realtà solo io conosco una decina di bambini non vaccinati per scelta - spiega Alice Pignatti - e so di altre famiglie che hanno adottato vari trucchi e strategie per bypassare la legge. Mi auguro che abbia ragione l'assessore, che alla fine siano solo una decina in tutto, ma dubito..." 

E per quanto riguarda i dati bassissimi di Rimini, comune in cui gli antivax sono cresciuti e prolificati? "Secondo me sono dati non veritieri - continua Alice - Grazie anche alle indicazioni dei vari antivax che fino all'altro giorno pubblicavano sui loro siti il vademecum per fregare la legge, ci sono famiglie che non so come ma l'hanno scampata. Di una cosa, però, sono contenta ed è che l'aria è cambiata. Prima anche a Cesena davano il Palazzo del Ridotto per fare incontri e dibattiti pubblici per discutere di quanto i vaccini facessero male, ora gli antivax vengono trattati, giustamente, da emarginati, da disgraziati a cui non sta a cuore la salute dei loro figli e della comunità in cui vivono. Forse sul fronte dei numeri siamo ancora un po' zoppicanti, ma sul fronte dei risultati possiamo essere soddisfatti". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Danni causati dalla piena del Savio, proclamato lo stato di crisi regionale

  • Politica

    Interviste personali, Valletta è cantante e allenatore: "Sui libri di storia non capiranno la nostra inerzia sul clima"

  • Sport

    Il Cesena non snobba la Poule scudetto, 3-1 alla Pergolettese e pass per le semifinali

  • Cronaca

    Un libro sulle 'fake news', Marino Biondi: "Internet? Non è uno strumento così democratico"

I più letti della settimana

  • Una fuga di oltre 100 chilometri. L'edizione 2019 della Nove Colli è di Federico Colone

  • Volo di trenta metri nella scarpata e schianto contro un albero: è grave

  • Un boato per Giuseppe: la festa per l’ultimo arrivato chiude la 49esima Nove Colli

  • Boato nella notte, assalto al Bancomat: i malviventi fuggono col bottino di oltre 15mila euro

  • Una bella storia di senso civico: l'avvocato perde cellulare e soldi, un migrante li trova e restituisce tutto

  • Di generazione in generazione l'osteria compie 80 anni, seppe rialzarsi dopo la guerra

Torna su
CesenaToday è in caricamento