Una nuova arma per combattere l'aritmia cardiaca

Un nuovo strumento di navigazione cardiaca che consente la ricostruzione computerizzata dell'anatomia del cuore e la riproduzione delle caratteristiche delle aritmie

Redazione 10 agosto 2012

Un nuovo strumento di navigazione cardiaca che consente la ricostruzione computerizzata dell’anatomia del cuore e la riproduzione delle caratteristiche delle aritmie, riducendo al minimo l’esposizione radiologica del paziente e fornendo informazioni essenziali per poter eliminare le aritmie più difficili.

E’ stato inaugurato mercoledì 8 agosto all’Ospedale Bufalini di Cesena, presso l’U.O. di Cardiologia, ed è un innovativo sistema di mappaggio delle aritmie cardiache, che ha consentito di eseguire con successo l’ablazione di una aritmia complessa in una giovane donna. L’intervento è stato portato a termine dal Dr. Roberto Mantovan, direttore dell’Unità Operativa.

L’ablazione delle aritmie cardiache consiste nell’eliminazione definitiva dei meccanismi dell’aritmia stessa, mediante l’esecuzione di piccolissime “bruciature” all’interno del cuore, nello specifico sul tessuto muscolare nelle zone colpite dall’aritmia che vengono individuate durante lo studio.

Il nuovo sistema di navigazione (Navx, della ditta St. Jude) consente di ridurre al minimo l’esposizione radiologica del paziente e fornisce informazioni essenziali per poter eliminare le aritmie più difficili.

“Con questo nuovo strumento siamo ora in grado di affrontare l’ablazione di tutte le aritmie - dichiara il Dr. Mantovan - anche quelle più complesse. Questo pone la Cardiologia di Cesena all’avanguardia nel settore, un punto di riferimento per tutta la Romagna”.

 

Annuncio promozionale

sanità

Commenti