Un mese senza i suoi studenti, il parroco: "Mi manca il vostro 'caos' giovanile"

"Quanto mi manca quel 'caos. Non era prima di tutto assenza di regole e di disciplina ma l’esplosione della vostra vivacità giovanile"

In questo clima surreale, in cui tutto è sospeso, don Mirco Bianchi, parroco di Gatteo e Villamarina, si rivolge con una lettera ai suoi studenti.

"Ciao ragazzi, è un mese che non vedo il vostro volto e questo lo è anche per voi nei miei confronti. Certamente per ciascuno di noi non entrare a scuola fa un certo effetto. Ogni volta che mi affacciavo all’uscio dell’aula sapete bene che aspettavo un attimo prima di entrare nel “caos”. Quanto mi manca quel “caos”. Non era prima di tutto assenza di regole e di disciplina ma l’esplosione della vostra vivacità giovanile. Come sapete, negli ultimi anni mi ero dato una regola: arrabbiarmi una sola volta all’anno. Mi ero accorto che come professore non potevo stare a scuola arrabbiato. E questo mi ha fatto un gran bene. Dopo 10 anni d’insegnamento a volte mi soffermavo a guardarvi per comprendere i vostri sogni, i vostri progetti, i vostri difetti ed i vostri pregi. Cari ragazzi, ancora per settimane non ci vedremo e rimarremo in questo “strano silenzio” ma vi assicuro che anche quando ritorneremo a scuola continuerò ad arrabbiarmi una sola volta all’anno. Ne vale la pena.Con tanti di voi stavamo guardando in classe il film “Preferisco il Paradiso” con Gigi Proietti. Oggi ancora di più ci fa bene desiderare il Paradiso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento