S'intasca 150 euro per la rottamazione di una vecchia aspirapolvere: rappresentante nei guai per truffa

Un cinquantenne della provincia di Pesaro-Urbino è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Cesena per "truffa"

Con un raggiro ha messo a rischio il proprio posto di lavoro. Un cinquantenne della provincia di Pesaro-Urbino è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Cesena per "truffa". L'individuo è un rappresentante venditor di aspirapolveri di una ditta forlivese. Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma, l'uomo si è presentato alla porta di una cinquantenne cesenate per concretizzare la vendita di un'aspirapolvere al prezzo di mille euro, comprensivo della restituzione del vecchio modello.

Affare concluso regolarmente, alcuni giorni più tardi si è presentato a casa della cliente per chiedere 150 euro dovuti alla rottamazione. Somma pagata dalla signora con tanto di ricevuta, poi accertata fasulla. Quest'ultima tuttavia ha chiamato l'azienda per avere informazioni sull'offerta. E dalla ditta è arrivata la conferma che il servizio era gratuito senza alcun contributo economico. Il cinquantenne è stato così indagato ed ora rischia il licenziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento