Gravemente malato a 22 anni: l'Inps lo abbandona, ma la sua azienda continua a pagarlo

L'Inps considera esaurito il suo diritto alla malattia retribuita e la sua azienda interviene continuando ad erogargli lo stipendio, ritenendola un'ingiustizia