Si conclude il percorso Monty Banks: partecipazione e nuovi progetti

Particolare attenzione è stata riservata alla problematica delle fake news, a cui sono stati dedicati gli incontri “Doktor Fakenstein – Per difendersi dalle fake news e altri mostri”

Ventisei progetti realizzati, distribuiti su 124 giornate di eventi con la partecipazione di 413 iscritti, e il coinvolgimento di 13 formatori, 5 associazioni, 1 impresa e 4 liberi professionisti in partnership nella co-progettazione. Sono solo alcuni dei numeri di Monty Banks, il laboratorio permanente e partecipativo di Progetto Giovani che per tutto l’anno 2017-2018 ha promosso conoscenze, competenze e capacità d’azione.

Dal lavoro in rete all’autofinanziamento

Monty Banks si pone come avamposto cittadino, coordinando una rete di soggetti in cui tutti gli attori coinvolti (associazioni, imprese e privati) condividono un piano per autofinanziare parte delle attività. Durante il percorso di co-progettazione delle attività 2017-2018, i partecipanti hanno stabilito di versare a Monty Banks il 10-15% delle quote di partecipazione ai percorsi, che vengono fatturate dai diretti interessati: questo ha generato un importo pari a 1.265 euro. La co-progettazione nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo risorse economiche per promuovere nuove progettualità l’anno successivo, costruendo un bando ad hoc atteso entro la fine dell’anno.

“La rete creata da Monty Banks rappresenta un esempio virtuoso per la nostra città – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore allo Sviluppo Economico e Giovani Lorenzo Zammarchi –. È infatti riuscita a far collaborare soggetti fra loro diversi, dando valore al tempo libero e professionalizzandolo con numerosi corsi di altissimo livello. Consideriamo queste azioni un obiettivo di forte interesse, che rappresenta un ideale primo passo nel riconoscere come anche le attività comunali possano trovare strade per autofinanziarsi, non solo tramite sponsorizzazioni, ma grazie al lavoro di squadra”.

I progetti 2017-2018

Tre sono le direttrici di azioni di Monty Banks: Comunicazione, tecnologie e narrazione; Proposte formative per insegnanti ed educatori e Didattica e innovazione per la scuola: i corsi hanno approfondito le tematiche dello storytelling, dei big data, della fotografia, dell’illustrazione, della sceneggiatura video e di altre modalità espressive. I percorsi di comunicazione, tecnologie e narrazione, che si sono svolti durante 67 giornate, hanno contato 151 partecipanti.

Particolare attenzione è stata riservata alla problematica delle fake news, a cui sono stati dedicati gli incontri “Doktor Fakenstein – Per difendersi dalle fake news e altri mostri”. Tramite percorsi multidisciplinari fra scienza, fotografia, video, scrittura, giornalismo e teatro, l’iniziativa ha sensibilizzato giovani e adulti al fenomeno delle notizie false, promuovendo l’autodifesa intellettuale e lo spirito critico. Considerata l’alta partecipazione (126 partecipanti in 28 giornate di lavoro) e la forte motivazione dei formatori, si sta già progettando l’edizione 2019. Doktor Fakenstein offrirà verso la fine dell’anno un momento gratuito di confronto e di spettacolo al Palazzo del Ridotto, per fornire un quadro delle attività tematiche svolte durante l’anno e per presentare i progetti 2019.

Durante l’anno, Monty Banks ha elaborato anche proposte formative per insegnanti in collaborazione con il Centro di documentazione Educativa “Gianfranco Zavalloni”. Le Fake news, i romanzi d’avventura, il pensiero computazionale e graphic novel sono stati alcuni degli argomenti trattati nelle 10 giornate di corsi che hanno contato 132 partecipanti. Numerosi anche gli appuntamenti proposti agli studenti delle scuole con percorsi sul coding, sul pensiero computazione, sulla videoproduzione e sulla narrazione, che hanno visto partecipare 70 ragazzi in un totale di 6 giornate.

Monty Banks a supporto del territorio

Durante l’anno, le attività di Monty Banks si sono concentrate anche sui progetti istituzionali basati su diverse tematiche, dalla sicurezza stradale alla musica al teatro, passando per nuove tecnologie e robotica.

In collaborazione con la Polizia Municipale e con i ragazzi del Liceo Linguistico e dell’Istituto Tecnico per Geometri, è stato realizzato un spot di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, proiettato il 13 luglio in occasione di Piazze di Cinema. Il progetto ha coinvolto 13 partecipanti per un totale di 5 giornate di lavoro.

Per quanto riguarda l’ambito musicale, per il secondo anno consecutivo Monty Banks ha offerto supporto tecnico e creativo all’Istituto Musicale Corelli per la realizzazione del video documentario di Cesena in musica, progetto di ampio respiro che ha visto partecipare 9 scuole di Cesena.

Tra i progetti istituzionali realizzati dall’Aula Didattica anche il laboratorio di Cineteatro, un percorso che ha coinvolto 19 partecipanti in 3 giorni di lavori per favorire l’integrazione extra scolastica dei ragazzi diversamente abili in collaborazione con l’associazione Quelli di Sempre.

Monty Banks si è inoltre impegnato ad offrire un supporto tecnologico al Centro di Documentazione Educativa, finanziando l’hardware per la connessione wifi, la registrazione audiovisiva dei convegni, la realizzazione di video per il coordinamento pedagogico e fornendo strumenti metodologici per la distribuzione online di contenuti audiovisivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ stato dedicato alle discipline scientifiche il campo estivo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), realizzato in collaborazione con il Liceo Linguistico Alpi. I collaboratori di Monty Banks sono stati affiancati dai ragazzi del Liceo in alternanza scuola lavoro, rivolgendo le attività ai ragazzi delle scuole medie, per un totale di 4 giornate lavorative e ben 28 partecipanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Cesena, Gambettola e Mercato Saraceno: un bollettino nero con altri decessi

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Una 'maschera' che agevola la comunicazione tra sanitari e pazienti: l'intuizione dell'azienda

Torna su
CesenaToday è in caricamento