Savignano, ancora statue nel mirino: su Garibaldi spuntano sciarpa e cappello

Dopo i diversi e più gravi episodi che hanno riguardato la statua di Giulio Cesare, stavolta presa di mira quella di Garibaldi

Dopo i tanti e più gravi episodi che hanno riguardato la statua di Giulio Cesare, stavolta è stata messa nel mirino la statua di Garibaldi, nel quartiere San Rocco, a Savignano. "Una goliardata", come la definisce un utente del gruppo Facebook "Sei di Savignano se". Qualcuno si è divertito a mettere una sciarpa e un cappello alla statua. "Deluso dalla gioventù savignanese - scrive un utente del gruppo facebook - Se questi ragazzini mettessero l'impegno che utilizzano per queste stupidaggini, in qualcosa di utile potrebbero anche fare carriera". "In fondo non hanno danneggiato nulla", minimizza un altro utente. Un episodio sicuramente meno grave di alcuni episodi accaduti in passato quando fu sradicato un Velo Ok.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Danni causati dalla piena del Savio, proclamato lo stato di crisi regionale

  • Politica

    Interviste personali, Valletta è cantante e allenatore: "Sui libri di storia non capiranno la nostra inerzia sul clima"

  • Sport

    Il Cesena non snobba la Poule scudetto, 3-1 alla Pergolettese e pass per le semifinali

  • Cronaca

    Un libro sulle 'fake news', Marino Biondi: "Internet? Non è uno strumento così democratico"

I più letti della settimana

  • Una fuga di oltre 100 chilometri. L'edizione 2019 della Nove Colli è di Federico Colone

  • Volo di trenta metri nella scarpata e schianto contro un albero: è grave

  • Un boato per Giuseppe: la festa per l’ultimo arrivato chiude la 49esima Nove Colli

  • Boato nella notte, assalto al Bancomat: i malviventi fuggono col bottino di oltre 15mila euro

  • Una bella storia di senso civico: l'avvocato perde cellulare e soldi, un migrante li trova e restituisce tutto

  • Al Bufalini il primo prelievo di polmoni a cuore fermo in Emilia Romagna

Torna su
CesenaToday è in caricamento