San Piero in Bagno, riqualificazione del centro: incontro pubblico sul futuro di via Marconi

"Terminato il periodo di assestamento della pavimentazione in pietra ed in vista della prossima inaugurazione del centro storico riqualificato di San Piero, riteniamo opportuno condividere insieme le riflessioni sulle ipotesi di gestione della nuova area riqualificata", afferma Baccini

L'ipotesi di gestione di via Marconi, a seguito della riqualificazione del centro storico di San Piero, al centro di un incontro cittadino che si terrà giovedì sera, alle 20,30, al Teatro Garibaldi di San Piero. "Terminato il periodo di assestamento della pavimentazione in pietra ed in vista della prossima inaugurazione del centro storico riqualificato di San Piero, riteniamo opportuno condividere insieme le riflessioni sulle ipotesi di gestione della nuova area riqualificata, al fine di assumere le relative scelte di gestione e fruizione dell’area nel suo complesso", esordisce il sindaco Marco Baccini.

"Avvicinandosi il momento della definitiva chiusura di tutte le operazioni connesse alla riqualificazione dell’area, negli ultimi mesi abbiamo ricevuto molteplici sollecitazioni relative ad ipotesi di regolamentazione dell’area, spesso divergenti tra loro tra chi chiede una totale pedonalizzazione con possibilità di passaggio limitata ai residenti ed alle esigenze degli esercizi commerciali, chi domanda una apertura al traffico limitata ad alcune ore del giorno, chi sostiene invece la necessità di una totale apertura al traffico veicolare senza limitazioni", prosegue il primo cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo aver incontrato le associazioni di categoria ed ascoltato la voce dei commercianti, riteniamo estendere le riflessioni all’intera popolazione interessata, così da poter valutare la tematica in modo più esteso e partecipato possibile, nell’ottica della partecipazione ai temi comuni - chiosa Baccini -. Lo spirito vuole essere certamente quello della massima condivisione, partendo dal presupposto che ci troviamo di fronte non tanto ad un problema da risolvere, quanto piuttosto ad un’opportunità che richiede maturità di condivisione ed anche coraggio nell’affrontare scelte che possono dettare un cambiamento con il passato, senza paura di sperimentare soluzioni nuove che, come ogni cambiamento,  richiedono anche modifiche alle proprie consolidate abitudini di vita. Se da una parte le scelte da assumere avranno un impatto immediato e diretto sui residenti di quell’area, il tema riveste infatti un carattere generale e riguarda l’assetto che desideriamo dare al nostro paese in relazione alla fruizione degli spazi pubblici ed all’idea di città che riserviamo per il nostro futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

  • Stabile il rallentamento del virus (+12), si piange il 16esimo morto. In provincia oltre 1000 positivi

  • Caffè o spesa con bar e supermercati chiusi, una decina pizzicati dai Carabinieri

  • Il contagio si stoppa, zero nuovi casi ma due decessi. Un'altra vittima alla "Maria Fantini"

Torna su
CesenaToday è in caricamento