Notte Rosa, la metà dei negozi non faceva lo scontrino

"La Notte Rosa" non è solo festa e divertimento. La Guardia di Finanza, nei comuni interessati dall'evento lungo la Riviera, ha predisposto interventi mirati per controllare l'effettiva emissione degli scontrini

Redazione 10 luglio 2012
13

“La Notte Rosa” non è solo festa e divertimento. La Guardia di Finanza di Forlì – Cesena, nei comuni interessati dall’evento lungo la Riviera, ha predisposto interventi mirati per controllare l'effettiva emissione degli scontrini. Nei tre giorni, i risultati  hanno evidenziato il 50% di mancata battitura  da parte degli esercizi controllati (prevalentemente stabilimenti balneari, ristoranti, bar,  pasticcerie, mini market e negozi di abbigliamento), mentre nei primi sei mesi dell’anno nel territorio di Cesenatico, Savignano sul Rubicone, Gatteo e San Mauro, sono state rilevate 129 irregolarità a fronte di 409 controlli.

E’ stata svolta anche attività  finalizzata alla prevenzione e repressione del gioco illegale, la sicurezza e la tutela dei minori e,  presso le Sale Bingo e alcuni  esercizi pubblici, sono stati sottoposti a controllo 179 apparecchi e congegni da intrattenimento con vincite in denaro. In alcune attività commerciali, la cui attività si è protratta oltre la mezzanotte, sono scattate anche le verifiche sul  rispetto della legge relativa alle “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”, la quale prescrive che l’esercente deve mettere a disposizione dei clienti un etilometro e le tabelle che indicano i limiti di tasso alcolemico.

Annuncio promozionale

Cesenatico
fisco

13 Commenti

Feed
  • Avatar di Silvana

    Silvana quando posso sono io a non chiedere lo scontrino, non condivido questa caccia alle streghe verso i commercianti e artigiani...

    l'11 luglio del 2012
    • Avatar di Francesca P

      Francesca P Spero solo che la guardia di finanza lavori sempre sempre sempre di più, sia nei confronti dei piccoli che dei grandi pesci!

      il 12 luglio del 2012
  • Avatar di marco sbrighi

    marco sbrighi Alcuni settori del commercio stanno registrando una flessione del lavoro dal 30% al 60%, e molte attività fanno fatica a sbarcare il lunario, purtroppo molte chiudono. Le tasse vanno pagate da tutti e la guardia di finanza e' un presidio fondamentale per il nostro territorio, baluardo contro l'infiltrazione criminale. Bisognerebbe però, in un momento di grande difficoltà economica capire quegli imprenditori commerciali che si trovano di fronte alla scelta: se evadere in parte le tasse, riuscire a mantenere la famiglia e adempiere al pagamento dei vari balzelli oppure chiudere ed andare ad ingrassare le fila dei purtroppo tanti disoccupati. Ben altro trattamento meritano i grandi evasori, ma su questo penso siamo tutti d'accordo.

    il 10 luglio del 2012
    • Avatar di Giubberosse

      Giubberosse concordo con la crisi ma la differenza è che un dipendente non può scegliere se pagarle o no... lo fa e basta anche se potrebbero licenziarlo dalla sera alla mattina per crisi o fallire l'azienda dove lavora... uno che evade ha un maggior incasso illegittimo e discapito di tutti gli altri... per quale motivo uno diventa poverino se non fa uno scontrino da 10€? 10€ una volta 10€ la seconda...

      l'11 luglio del 2012
    • Avatar di Giuseppe X

      Giuseppe X Ma va là, che se sono in crisi i commercianti devono comunque pagare tutte le tasse che hanno evaso in passato. Che poi se siamo in crisi è anche per questo: loro (e altri) evadevano, ci riducevamo in bancarotta poco alla volta poi ora che i nodi vengono al pettine ora loro sono in crisi i purini. Che vendano le villone costruite con tutto l'evaso degli ultimi 20 anni e poi sono d'accordo nel sostenerli perché è vero la crisi c'è anche per loro. Però avendo ben chiaro un concetto: la crisi la deve pagare chi l'ha creata, tra cui commercianti ed artigiani tutti evasori tranne pochi santi

      l'11 luglio del 2012
      • Avatar anonimo di SCACCIAPENSIERI

        SCACCIAPENSIERI ....mi permetto di risponderti,spero di non offenderti non è la mia intenzione,ma tu per caso nella tua vita non hai mai chiesto uno sconto se non ti facevano uno scontrino,oppure un lavoretto di manutenzione ..... una riparazione all'auto al motorino.,......perdonami non ce l'ho con te,ma alla fine anke i poveri operai ( ho 22 anni di contributi da operaia.... ) se possono "evadono":::::poi sono con te che si deve pagare quello che si deve.

        l'11 luglio del 2012
        • Avatar di Giuseppe X

          Giuseppe X Con gli artigiani edili per esempio è sempre stata una lotta per me avere una fattura. E quando la chiedo mi hanno sempre guardato con viso torvo. Una donna delle pulizie ha insistito talmente tanto per fare in nero che alla fine per non rompere ho detto di sì. Questa, per inciso, poche ore prima mi aveva detto che sta in una casa popolare. Non immagino come l'abbia ottenuta, forse con un reddito dichiarato molto basso... dichiarato... (e si lamentava pure che gli extracee portano via le case popolari, pensa te)

          l'11 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di SCACCIAPENSIERI

    SCACCIAPENSIERI ma se i commercianti guadagnano così tanto, " per che c... non te lo apri te un bel negozio" e ci metti le palle sul ceppo tu anzichè fare il paladino^?e poi magari si scoprono che di lenzuala pulite in giro non ce ne sono?( magari anke le tue?)non che non si debba pagare ,tutti devono pagare il loro ,ma per favore provate anke un pò a capire che ogni volta che venite in negozio su 10€ la metà va di tasse ,il prodotto è da pagare e dietro ci va tutto il resto.......rinadisco che ognuno deve pagare il suo,magari non sai che se una donna rimane in cinta con il c,... che prende la maternità,se ci si ammala chi ci paga se stiamo chiusi?!lo dico per la terza volta che tutti dobbiamo pagare quello che è dovuto,ma è una guerra sterile prendersela con una categoria,c'è commerciante e commerciante.Scusate ma non se ne può più

    il 10 luglio del 2012
    • Avatar di kenny

      kenny con chi stai parlando?

      il 10 luglio del 2012
      • Avatar anonimo di SCACCIAPENSIERI

        SCACCIAPENSIERI no kenny ,il mio pensiero è rivolto alle persone che generalizzano gettando benzina sul fuoco indiscriminatamente ,il discorso non è diretto a te,scusami se ti ho fatto percepire qst. Ciao

        l'11 luglio del 2012
  • Avatar di kenny

    kenny ma andate in parlamento!! e non rompete quei poveri commercianti che faticano ad arrivare a fine mese!!!

    il 10 luglio del 2012
  • Avatar di Francesco Valbonesi

    Francesco Valbonesi ma và chi l'avrebbe mai detto...

    il 10 luglio del 2012