Bagno di Romagna, via libera della giunta: dehors da aprile a dicembre

La decisione di prolungare sino alla fine dell’anno il periodo di concessione dell’istallazione di allestimenti temporanei su area pubblica in prossimità dei pubblici esercizi è stata adottata dalla giunta

Foto di repertorio

Via libera alle installazioni temporanee su suolo pubblico sino al 31 dicembre. La decisione di prolungare sino alla fine dell’anno il periodo di concessione dell’istallazione di allestimenti temporanei su area pubblica in prossimità dei pubblici esercizi è stata adottata dalla Giunta Comunale di Bagno di Romagna nell’ultima seduta. Il Regolamento Comunale prevede infatti un periodo di concessione più ristretto di 6 mesi, compreso tra l’1 aprile ed il 31 ottobre, salvo proroghe da concedersi a facoltà della giunta comunale.

Il tema delle installazioni temporanee è stato affrontato dalla Giunta Comunale insieme alle associazioni di categoria in rappresentanza degli operatori locali, nell’intento di individuare un modello di più semplice attuazione e in grado di riconoscere agli imprenditori la possibilità di avere a disposizione un periodo più ampio per l’allestimento delle installazioni a corredo e servizio delle proprie attività. Le esigenze manifestate dalle associazioni di categoria sono state poste anche al centro si un tavolo di confronto tra l’amministrazione comunale e la Soprintendenza, competente a rilasciare le autorizzazioni nei centri storici e nelle aree vincolate da tutela paesaggistica, che ha contribuito a chiarire e, nell’ambito della legittimità consentita, a semplificare le procedure richieste.

"Il tema dei dehors e delle installazioni temporanee a servizio di bar e ristoranti è una questione che abbiamo seguito con molta attenzione, coinvolgendo le associazioni di categoria e la Soprintendenza - dichiarano il sindaco Marco Baccini e l’assessore Alessandro Severi -. L’obbiettivo condiviso è sempre stato quello di consentire agli operatori locali la facoltà di disporre di un periodo più ampio per mantenere i propri allestimenti e di semplificare quanto più possibile procedure, pur nel rispetto della legalità. Il provvedimento di estendere il periodo di concessione a tutto l’anno solare è l’ultimo passaggio di questo percorso, che ha avuto il pregio di porre chiarezza e definire le procedure autorizzative, anche alla luce dei chiarimenti ottenuti nel frattempo dalla Soprintendenza, ente competente ad intervenire in relazione ai vincoli culturali e paesaggistici che gravano sui nostri centri storici”.

“L’estensione del periodo di concessione riteniamo sia un provvedimento importante, che consente agli operatori di sfruttare ogni giorno di bel tempo, consentendo d’altra parte una più agevole e piacevole fruizione dei nostri borghi, sia in ottica di economia locale che di attrazione turistica”, chiosano. Oltre all’estensione del periodo di concessione, è’ stato possibile infatti chiarire che per i casi di autorizzazione già concessa stagionale sia sufficiente la sola comunicazione, così come che l'istallazione di elementi di arredo cometavolini, sedie e simili, ombrelloni di facile chiusura, divisori, strutture caratterizzate dalla temporaneità e facile chiusura e rimozione a fine giornata lavorativa non necessitano di autorizzazione da parte della Sovrintendenza, ma il solo rispetto delle tipologie ammesse dai Regolamenti Comunali.

Le istallazione di non facile rimozione (paratie, de hors) necessitano invece dell'autorizzazione rilasciata dalla Sovrintendenza, a seguito della quale sarà sufficiente la comunicazione agli Uffici Comunali.  “Si è trattato di un lavoro che ha consentito quantomeno di migliorare l’attività degli operatori locali e di raggiungere l’obiettivo che ci eravamo preposti, per il quale ringraziamo le associazioni di categoria e la Soprintendenza, entrambi attenti e partecipativi ad un tema importante per l’economia ed il turismo del nostro territorio”, concludono gli amministratori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

Torna su
CesenaToday è in caricamento