Raccolta rifiuti: al via la rivoluzione nei quartieri Cervese Nord, Cervese Sud e Ravennate

Carta, plastica e vetro continueranno a essere conferiti nei tradizionali cassonetti stradali. A partire dalla prossima settimana si procederà alla riorganizzazione della rete dei contenitori stradali

E’ scattato ufficialmente lunedì il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti nei quartieri Cervese Nord, Cervese Sud e Ravennate. Una piccola rivoluzione nelle abitudini di oltre 25mila cesenati per i quali i rifiuti organici e quelli indifferenziati saranno ritirati a domicilio, ricalcando la formula già ampiamente sperimentata nei quartieri Oltreavio,Valle Savio Borello e Dismano. Anche nei quartieri Cervese Nord, Cervese Sud e Ravennate la raccolta domiciliare della frazione organica avrà frequenza bisettimanale (il lunedì e il venerdì), mentre l’indifferenziato sarà ritirato una volta alla settimana (il mercoledì).

Invece, carta, plastica e vetro continueranno a essere conferiti nei tradizionali cassonetti stradali. A partire dalla prossima settimana si procederà alla riorganizzazione della rete dei contenitori stradali: saranno gradualmente  rimossi tutti i cassonetti di indifferenziato e organico, mentre sarà potenziata la distribuzione dei contenitori per la differenziata, soprattutto con l’aumento dei cassonetti per gli sfalci e dei bidoni dedicati alla raccolta di pannolini e pannoloni. Questi ultimi, dotati di serratura, saranno utilizzabili solo dai possessori della chiave. La chaive può essere richiesta chiamando il numero verde dedicato alla raccolta Porta a Porta 800.999.500 - 6 – 2 (cioè, dopo aver composto il numero verde Hera 800.999.500 si deve digitare  il tasto 6 e poi il tasto 2) che risponde tutte le lunedì al venerdì dalle 8 alle 13, e nei pomeriggi dal lunedì al giovedì dalle 14 alle 16.30. In alternativa si può contattare il settore Ambiente del Comune.

“Con l’estensione del porta a porta ai quartieri Cervese Nord, Cervese Sud e Ravennate, ormai il 60% della popolazione cesenate è coinvolto in un diverso livello di raccolta differenziata - afferma il sindaco Paolo Lucchi -. E ci aspettiamo che questo ampliamento dia gli stessi buoni risultati raggiunti nelle zone dove il servizio è già attivo: basti dire che nei Oltreavio,Valle Savio Borello e Dismano la raccolta differenziata è più che raddoppiata rispetto alla situazione precedente e oggi  si attesta intorno al 70%. Siamo consapevoli che per i residenti si tratta di una piccola rivoluzione e che all’inizio potrà esserci qualche piccolo disagio, ma confidiamo nella loro collaborazione e siamo certi che anche loro ben presto comprenderanno il valore di questa nuova organizzazione del servizio".

"Fare raccolta differenziata significa ridurre la quantità di rifiuti avviati all’inceneritore, con conseguenze positive sia da un punto di vista economico (i costi di smaltimento negli impianti incidono in modo significativo) che ambientale - aggiunge il primo cittadino -. Non solo: aumentare la quota di carta, plastica, vetro destinata al riciclaggio permette di recuperare materie prime e quindi risparmiare alberi, petrolio, a tutto vantaggio del nostro pianeta. Più in generale, crediamo che una maggiore consapevolezza nella produzione dei rifiuti sia uno dei passi fondamentali per poter lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti un ambiente vivibile. In molti dei Paesi europei più avanzati e già anche in numerose realtà virtuose italiane queste modalità sono diffuse e consolidate e stanno dimostrando la loro efficacia, e crediamo che i cesenati abbiano la cultura e la sensibilità necessarie per affrontare questa evoluzione. Ecco perché abbiamo intrapreso questo percorso che entro il prossimo anno vedrà coinvolta l’intera città: già per il prossimo autunno è programmato l’avvio della raccolta porta a porta anche nel quartiere Al Mare. L'obiettivo è quello di raggiungere in tutta  Cesena almeno il 67% di raccolta differenziata, anche tenendo conto che questo è il tetto minimo che la Regione si accinge a fissare per le città capoluogo dell’Emilia Romagna”.

Chi non avesse ancora ricevuto il kit per la raccolta differenziata può rivolgersi nei presidi attivati nei tre quartieri. Questi gli indirizzi e gli orari di apertura:

Vigne (zona retro stazione):
Sala dell’associazione  Arcobaleno di via Vigne, 83, aperto il lunedì dalle 16.00 alle 20.00; il mercoledì dalle 11.00 alle 15.00; il venerdì  dalle 16.00 alle 20.00.

San Giorgio:
Sede di Quartiere in via Fratelli Latini, 24, aperto il giovedì dalle 13.00 alle 20.00.

Martorano
Sede di Quartiere  in via T. Galimberti, 75, aperto il mercoledì dalle 16.00 alle 20.00, il sabato dalle 7.30 alle 12.30. Il servizio di consegna in questi punti proseguirà fino all’8 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Colpita da meningite durante la gita di gruppo, turista in gravi condizioni

Torna su
CesenaToday è in caricamento