A Bagno di Romagna una colonnina stradale dove conferire l'olio alimentare esausto

La nuova colonnina, collocata a San Piero in Bagno in via Gramsci all’altezza della scuola materna, servirà a garantire un servizio sempre più capillare

Installata a Bagno di Romagna la prima colonnina per la raccolta stradale dell’olio alimentare esausto. "E' un altro importante tassello che si aggiunge al percorso iniziato durante questo mandato per una raccolta differenziata, che ci vedeva in ampio ritardo sulle tabelle di marcia nazionali ed europee", affermano il sindaco Marco Baccini e l’assessore Enrico Spighi.

"Già lo scorso anno si era deciso di procedere con un forte potenziamento (circa 95 unità) dei cassonetti stradali di carta, plastica, e vetro ai quali era stata aggiunta, come novità assoluta, la possibilità della raccolta del rifiuto organico - aggiungono gli amministratori -. La risposta dei nostri cittadini è stata esemplare e ad oggi, con grande orgoglio di comunità possiamo confermare che il nostro Comune ha fatto un grosso balzo in avanti sulla raccolta differenziata. Infatti, dalla situazione iniziale che ci vedeva posizionati sul 15-16%  ci troviamo ad oggi, a poco più di un anno dalla sopracitata riorganizzazione dei cassonetti, ad una quota intorno al 45%".

La nuova colonnina, collocata a San Piero in Bagno in via Gramsci all’altezza della scuola materna, servirà a garantire un servizio sempre più capillare che, incentivando il corretto recupero, mira anche a scongiurare comportamenti sbagliati, come lo sversamento degli oli nel lavandino, dannosi per le tubazioni domestiche e gli impianti di depurazione delle acque. "A seguito delle garanzie ricevute dal gestore possiamo inoltre comunicare che, nei primi giorni dell’anno nuovo, il servizio sarò implementato con un ulteriore colonnina di raccolta che sarà installata a Bagno di Romagna, come complemento a una delle isole ecologiche di Via Circonvallazione", chiosano Baccini e Spighi.

I contenitori stradali collocati hanno una capacità di 240 litri e consentono di raccogliere agevolmente l’olio da recuperare aprendo uno sportellino. Infatti, l’olio non va versato direttamente ma deve essere conferito all’interno di normali bottiglie o flaconi in plastica, purché non abbiano un diametro superiore ai 18 cm, chiusi con il loro tappo. "Ci auspichiamo che, vista la facilità di raccolta (basta veramente riempire una qualsiasi bottiglia di plastica ed inserirla all’interno della colonnina chiudendola con il proprio tappo) i cittadini rispondano con lo stesso spirito civico che sta caratterizzando l’attuale sistema di raccolta differenziata, soprattutto nel trattamento di questo rifiuto altamente inquinante", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

Torna su
CesenaToday è in caricamento