San Carlo, raccolta firme per potenziare l'illuminazione: "Deterrente contro i furti"

Il tratto in questione è di 510 metri ed è compreso tra via San Mamante e via Giarze

Ottanta firme per chiedere il potenziamento dell'illuminazione pubblica in via San Carlo. E' quanto hanno raccolto i Cittadini di San Carlo, borgata "Ponte della Costa o del Cane", dal 17 novembre. Il tratto in questione è di 510 metri ed è compreso tra via San Mamante e via Giarze. "I vantaggi - viene evidenziato nel documento presentato all'amministrazione comunale - sarebbero numerosi, legati ad incrementi e miglioramenti di sicurezza di quartiere e deterrente contro furti; sicurezza stradale (strada stretta, buia, percorsa spesso oltre i limiti); riqualificazione urbana (fossi a cielo aperto con scarichi abusivi, assenza di marciapiede per pedoni); e benessere della cittadinanza (maggior senso di sicurezza e consapevolezza di essere considerati). "Dei 510 metri - viene riportato nel documento dei Cittadini di San Carlo - 450 sono totalmente non illuminati, in cui sono presenti circa quindici abitazioni mono o bifamiliare, tra cui ville e casolari, tutti con residenti in pianta stabile". Viene richiesta la possibilità di installare punti luce a led alimentati con pannelli fotovoltaici dovute a possibili interferenze con linee interrate Telecom o impianti-acquedotto Hera.

"Tale soluzione - continuano i residenti - permetterebbe di ridurre notevolmente il numero di punti luce previste (14) grazie all'elevata capacità illuminativa del led e di evitare lavori legati a canalizzazioni e allacciamento con impianti. Le complessività si ridurranno in tal modo alla sola individuazione dei punti esatti in cui realizzare manufatto a sostegno dei pali in prossimità del fosso a lato della carreggiata (direzione Borello)". Illuminare l'area, viene evidenziato, "costituirebbe un primo e valido deterrente a disincentivare i furti nelle nostre abitazioni, in incremento preoccupante negli ultimi anni (sempre avvenuti in ore notturne e di scarsa luminosità). Tale area risulta strategica per ladri che hanno sbocco di fuga rapido con E45 e possibilità di muoversi nel buio fra fossi". Concludono i residenti: "Siamo fiduciosi che il presente appello possa dare il via all'identificazione dei fondi e modalità per consentire la realizzazione di tale intervento entro il 2017".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Bagno attende il Giro. E il sindaco prova le salite con il forlivese Montaguti

    • Economia

      Un settore in crescita: viaggio nel biologico al Wellness Food Festival

    • Economia

      Matrimoni, prestigioso riconoscimento per l'Atelier Guia Fashion

    • Cronaca

      Teatro Bonci gremito per il concerto di "Cesena in Musica"

    I più letti della settimana

    • Dramma tra Cesena e Gambettola, persona travolta e uccisa da un treno

    • Emergenza bancomat: 4 assalti in due settimane. Saccheggiato pure il Romagna Shopping Valley

    • Consumazioni "stupefacenti" nel circolo privato: il gestore arrestato per spaccio

    • Grave infortunio sul lavoro, resta col braccio incastrato in un macchinario

    • Ancora un bancomat sradicato nella notte, ma i ladri lo perdono in curva

    • Ancora un assalto al Bancomat: ma una gomma forata in E-45 lascia i ladri a mani vuote

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento