Protagonista la creatività dei giovani, il Comune finanzia i progetti

La Giunta ha messo a disposizione 45 mila euro con lo scopo di finanziare progetti destinati all’ampia platea di giovani cesenati tra i 12 e i 35 anni

Una città per crescere ha bisogno del protagonismo e della partecipazione giovanile, ma anche della valorizzazione dei luoghi di aggregazione dei ragazzi. Parte da questo presupposto la decisione della Giunta che ha messo a disposizione 45 mila euro con lo scopo di finanziare progetti destinati all’ampia platea di giovani cesenati tra i 12 e i 35 anni.

I progetti, da realizzarsi dall’1 dicembre 2019 al 31 dicembre 2020 nell’ambito di “Progetto Giovani”, dovranno offrire momenti significativi in chiave di aggregazione positiva, valorizzare il protagonismo attivo dei giovani e favorire l’acquisizione di competenze da parte dei ragazzi e delle ragazze stimolando l’interesse e la partecipazione alla vita della collettività. Gli ambiti che saranno interessati sono i seguenti: creatività ed espressività giovanile (artistica, musicale, audiovisiva); volontariato / impegno civico; applicazione e divulgazione delle scienze e della tecnologia; acquisizione di competenze / orientamento al lavoro; tutela e salvaguardia del patrimonio ambientale. Centrale in questa scelta dell’Amministrazione comunale anche il valore dei luoghi di aggregazione (Spazio Oltre Savio in Viale della Resistenza, 57 e Spazio Dismano in Via Kuliscioff, 200, nonché gli spazi Bulirò in Via Cervese 1260 e Lunamoonda in Piazza San Pietro in Solfrino, 465) che devono dialogare con il territorio circostante.

Potranno beneficiare delle risorse economiche messe a disposizione le Associazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, con sede legale e/o operativa nel Comune di Cesena, attive sul territorio di Cesena o provinciale di Forlì-Cesena da almeno 12 mesi, in ragione della necessità di avere conoscenza delle realtà giovanili locali e della possibilità di coinvolgere direttamente ed attivamente gli stessi nelle azioni progettuali, iscritte agli albi e registri pubblici appositi previsti dalla Legge, in possesso dei requisiti di carattere generale di moralità professionale e che abbiano nei propri fini istituzionali quello di operare in un settore d'intervento coerente con l'oggetto dell’avviso pubblico.

L’importo del contributo riconosciuto per ogni progetto ammesso a contribuzione non potrà superare il 70% del totale complessivo del valore progettuale stesso e comunque non potrà superare il limite di 3 mila euro, di cui un 50% da erogarsi come anticipazione e il restante 50% come saldo a iniziativa conclusa, previa presentazione di dettagliata relazione delle attività eseguite e dei risultati ottenuti, comprensiva della rendicontazione delle spese sostenute e delle entrate conseguite, corredata da appositi e dettagliati giustificativi di spesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, i benefici saranno riconosciuti sulla base di una specifica graduatoria da formularsi sulla base della qualità del progetto, comprensiva del valore del progetto in termini di impatti e risultati e benefici per il target giovanile; livello delle partnership e delle collaborazioni di rete previste; valorizzazione degli spazi giovanili di aggregazione; entità del contributo richiesto in valore assoluto e rispetto all’importo totale del progetto. Per maggiori informazioni sul Bando consultare il sito del Comune.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

Torna su
CesenaToday è in caricamento