Anche la Camac di Pievesestina si cardio-protegge con un defibrillatore

Il defibrillatore, è stato consegnato la scorsa settimana da parte di Susanna Schiavone, responsabile del progetto, al presidente Davide Pieraccini e al rappresentante dei lavoratori, Donato Notarpietro

Camac di Pievesestina di Cesena, azienda nata nel 1980 come industria di moda cresciuta costantemente seguendo un percorso di specializzazione e diversificazione non solo in Italia ma anche  all’estero con un svariato numero di 10 sedi e  impiegando  circa 400 persone tra interni e partner, ha cardio protetto la sua sede di Pievesestina, aderendo al progetto del Centro Polifunzionale Medoc “Romagna Cardio Protetta”, installando un defibrillatore semi-automatico (Dae) e partecipando ai Corsi Blsd (corsi di abilitazione all’utilizzo dello strumento). Il defibrillatore, è stato consegnato la scorsa settimana da parte di Susanna Schiavone, responsabile del progetto, al presidente Davide Pieraccini e al rappresentante dei lavoratori, Donato Notarpietro.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

Torna su
CesenaToday è in caricamento