Processo del 10 agosto San Mauro Pascoli: alla sbarra la Rivoluzione Russa

Lo scenario dell’evento sarà sempre la Torre di pascoliana memoria, il verdetto sarà emesso dal pubblico presente munito di paletta.

Svelato il tema del tradizionale Processo del 10 agosto a San Mauro Pascoli organizzato da Sammauroindustria. A cent’anni esatti dalla ricorrenza, alla sbarra finirà la Rivoluzione Russa. Un tema decisamente caldo sul fronte del dibattito storiografico tanto da mobilitare nomi di primo piano del panorama intellettuale italiano: a guidare l’accusa gli storici Marcello Flores (Università di Siena) e Maurizio Ridolfi (Università della Tuscia), alla difesa Luciano Canfora (Università di Bari) insieme al filosofo Diego Fusaro (Università Milano). Lo scenario dell’evento sarà sempre la Torre di pascoliana memoria, il verdetto sarà emesso dal pubblico presente munito di paletta.

"Era impossibile non incontrare l'evento centrale del XX° secolo – spiega Miro Gori, Presidente di Sammauroindustria - Amata e odiata, la rivoluzione russa ha condizionato gli anni a venire, ponendo un gran numero di quesiti. Per esempio: naufragò tradita dallo stalinismo o le premesse dittatoriali stavano già nella teoria e nella prassi leninista? Fu il punto di stabilità dei movimenti di liberazione e progressisti di tutto il mondo o li incanalò in politiche autoritarie? A queste e ad altre domande cercherà di rispondere il prossimo processo. La decisione finale al pubblico presente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una passione grande per il Cesena, Savignano piange il suo barista: "Un tifoso vero"

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Autoerotismo in giro per la città: 15enne nei guai, diverse donne spaventate

  • Schianto tra due auto in galleria nel cantiere in E45: un ferito grave

  • Scontro all'incrocio, un'auto si cappotta e l'altra finisce contro il palo: tre feriti

Torna su
CesenaToday è in caricamento