Piogge intense, rischio piene e frane: stato d'allerta "arancione". E sulla costa ancora alta marea

I modelli matematici prevedono precipitazioni abbondanti, soprattutto sui rilievi

Dopo le schiarite di sabato mattina, è in agguato un nuovo intenso peggioramento. I modelli matematici prevedono precipitazioni abbondanti, soprattutto sui rilievi. La Protezione Civile ha diramato un'allerta "arancione" per "piene dei fiumi e corsi minori" e "frane", mentre "gialla" per vento. "Intensi flussi sud-occidentali perturbati interessano da sabato la nostra regione - esordisce l'avviso -. Associate alle precipitazioni, che potranno assumere carattere di rovescio sui rilievi, sono previste nevicate che interesseranno i rilievi appenninici centro-occidentali, con una quota neve stimata che temporaneamente può scendere fino a 300-500 metri; dalle prime ore di domenica e è previsto un rapido innalzamento dello zero termico, ad iniziare dal settore centrale appenninico, in estensione al settore occidentale. Rinforzi dei venti sui rilievi e sulla fascia costiera ad iniziare dalle prime ore di domenica. Stato del mare agitato su tutta la fascia costiera con persistenza di condizioni di alta marea".

"Gli uffici tecnici questo pomeriggio hanno provveduto a informare la popolazione tramite un sms - fa sapere il sindaco Enzo Lattuca -. Inoltre, gli uomini e le donne della Protezione civile stanno monitorando il livello delle acque del fiume Savio e degli altri corsi d’acqua del nostro territorio". Domenica si assisterà ad un rapido esaurimento ad iniziare dalle provincie orientali verso quelle occidentali, con conseguente cielo irregolarmente nuvoloso e temporanee locali schiarite nelle ore centrali della giornata. Lunedì si aprirà con ampie schiarite in particolare sul settore centro-orientale della regione. Dal pomeriggio aumento della copertura nuvolosa ad iniziare dai rilievi in estensione alla pianura con precipitazioni diffuse in intensificazione nelle ore serali.

Nei giorni a seguire, comunica Arpae, "la persistenza di una vasta area depressionaria centrata sull'Europa centro-occidentale sarà ancora responsabile della persistenza di correnti in quota umide di origine atlantica che nella giornata di martedì apporteranno precipitazioni diffuse. Nelle giornate di mercoledì e giovedì scarsa probabilità di precipitazioni con un cielo in prevalenza ancora nuvoloso o molto nuvoloso. A termine periodo le precipitazioni potranno interessare il settore occidentale della regione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

Torna su
CesenaToday è in caricamento