Piazza Libertà, nuovi problemi coi fondi regionali. La Lega: "I soldi non ci sono più"

Ora Pompignoli ha presentato una nuova interrogazione a risposta immediata. In particolare, il consigliere chiede se corrisponda al vero che la Regione abbia intenzione di finanziare il progetto esecutivo relativo a Piazza della Libertà

Massimiliano Pompignoli (Lega Nord)

Il caso dei finanziamenti regionali da destinare a piazza della Libertà, vale a dire il 50% del costo dell'intervento di rifacimento della piazza, tuttavia non ancora finanziato da Bologna (dal momento che i fondi sono andati prioritariamente alla ricostruzione dopo il sisma in Emilia), ritorna nell'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna.

Rispondendo a un’interrogazione del 15 luglio scorso, nella quale si chiedeva se la Regione si fosse impegnata finanziariamente rispetto al progetto di riqualificazione di Piazza della Libertà, a Cesena, la Giunta dichiarava che il progetto esecutivo non fruiva di alcun finanziamento regionale in quel momento definito, sebbene rientrasse tra le opere finanziabili. “Invece il sindaco ha effettuato ripetute dichiarazioni secondo le quali il progetto sarebbe finanziato dalla Regione per 1,5 milioni di euro”: ricorda Massimiliano Pompignoli (lega Nord), il consigliere interrogante.

Ora Pompignoli ha presentato una nuova interrogazione a risposta immediata. In particolare, il consigliere chiede se corrisponda al vero che la Regione abbia intenzione di finanziare il progetto esecutivo relativo a Piazza della Libertà, “quello che non prevede alcun parcheggio interrato ma la sola pedonalizzazione dell’area di sosta”, e “a quanto ammonti l’importo regionale impegnato e in quale capitolo di spesa sia collocato”.

L’assessore alla Programmazione territoriale, Raffaele Donini, nella sua risposta, oggi in Aula, spiega che “la Regione mantiene e conferma l’intenzione di finanziare il progetto di Piazza della Libertà condividendone i contenuti progettuali e il significativo apporto alla qualità urbana del centro storico di Cesena”. Ma “il Governo ha avocato a sé con la Legge di stabilità 2014 i fondi FAS/FSC della programmazione 2007-13 per ragioni di equilibrio del bilancio dello Stato. Perciò la Regione ha chiesto al Governo la possibilità che venga assegnata una parte delle risorse del nuovo ciclo di programmazione FSC 2014-20, per consentire l’immediato finanziamento e realizzazione di alcune opere di particolare interesse regionale, fra cui la riqualificazione di Piazza della Libertà”.

In sede di replica, Pompignoli sottolinea “una contraddizione fra quanto affermato oggi dall’assessore e la risposta all’interrogazione del luglio scorso”. E tuttavia, “il dato più significativo è che la Regione oggi non può che limitarsi a manifestare interesse verso l’opera, ma i finanziamenti governativi sono tutt’altro che certi, e la loro erogazione ha tempi imprevedibili. Questo diverge con quanto afferma il sindaco di Cesena- chiude il consigliere- che ha già acceso un mutuo, che sarà comunque pagato dai cittadini cesenati, dando per scontato l’esito del finanziamento regionale, che invece non è affatto certo”.

LA REPLICA DEL COMUNE- A stretto giro arriva la replica firmata dal sindaco Paolo Lucchi e dall'assessore Maura Miserocchi: "Ci risulta che l’Assessore Donini le abbia così risposto: “In relazione alla sua domanda, mi preme chiarire che la Regione mantiene e conferma l’intenzione di finanziare il progetto di P.zza della Libertà, condividendone i contenuti progettuali ed il significativo apporto alla qualità urbana del centro storico di Cesena. Come le sarà noto, il Governo ha avocato a sé con la legge di stabilità 2014 i fondi FAS/FSC della programmazione 2007/2013 per ragioni di equilibrio del Bilancio di Stato. Consapevole dell’importanza di realizzare quanto previsto, questa Regione ha chiesto al Governo la possibilità che venga assegnata una parte delle risorse del nuovo ciclo di programmazione FSC 20154/2020, per consentire l’immediato finanziamento e realizzazione di alcune opere di particolare interesse regionale, fra le quali si può considerare la riqualificazione di P.zza della Libertà”.

"Ci permettiamo di sintetizzare: non una, ma due volte nella stessa risposta, l’Assessore Donini (la Regione Emilia-Romagna, quindi), ha conferma l’intenzione di finanziare Piazza della Libertà. Punto. Che le piaccia o meno, le chiacchiere stanno a zero ed anzi la ringraziamo per aver contribuito definitivamente a chiarire una vicenda che – purtroppo - aveva fatto sorgere dubbi a più d’uno. Infine, ci permettiamo un suggerimento:
poiché difficilmente potrà presentare nuove interrogazioni sul finanziamento di Piazza della Libertà, ci auguriamo che d’ora in poi lei voglia anche occuparsi d’altro. Infatti, anche tutti i cesenati, che ogni mese contribuiscono al suo non misero compenso da Consigliere regionale, si augurano che prossimamente la sua specializzazione possa diventare anche la risoluzione dei problemi, oltre che la segnalazione di “casi” che casi, in realtà, non sono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una passione grande per il Cesena, Savignano piange il suo barista: "Un tifoso vero"

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Autoerotismo in giro per la città: 15enne nei guai, diverse donne spaventate

  • Schianto tra due auto in galleria nel cantiere in E45: un ferito grave

Torna su
CesenaToday è in caricamento