Patrignani: "Sacchi ci insegna, crescere giocando di squadra e all'attacco"

Il presidente di Confcommercio e del Cesena calcio impressionato dalle parole del tencico di Fusignano, che ha presentato il suo libro: "“La Coppa degli immortali”

Corrado Augusto Patrignani è stato presente all’incontro con Arrigo Sacchi al chiostro di San Francesco martedì sera, intervistato dal giornalista Simone Arminio sul libro scritto dall’ex tecnico insieme a Luigi Garlando “La Coppa degli immortali”. Sacchi narra la leggendaria storia del Milan del 1989, valutata la più grande squadra di club di tutti i tempi. Patrignani è stato anche chiamato sul palco come presidente del Cesena Calcio, insieme all'allenatore Modesto.

"Ci sono stati alcuni passaggi della intensa, termine a lui caro, comunicazione di mister Sacchi (al di là delle idee che ciascuno di noi può avere sui sistemi di gioco del calcio) che mi hanno indotto a riflettere. 'Vincere giocando bene e comunque curando parimenti il modo in cui ottenerlo e l’obiettivo da raggiungere; il dovere dell’ottimismo perché il pessimismo è disgregante, conseguire i risultati senza cercare scorciatoie; senza rischio non c’è innovazione, credere al talento che si unisce alla opportunità piuttosto che al fato cinico e baro; la ricerca della bellezza che salva il mondo; gli eroi sono tutti quelli che fanno quello che fanno quello possono” come scrisse il filosofo Roland; la preminenza sempre del gruppo sull’individuo perché è il collettivo che migliora il singolo e non viceversa; la prevalenza dello stratega che prende le redini in mano sul tattico che attende invece l’errore altrui; l’arte di comandare il gioco e di presidiare il campo”. Tutto questo, e altro ancora, ha detto Sacchi"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Devo dire - afferma Patrignani - che mi riconosco in questo approccio e non soltanto sul piano sportivo, ma anche esistenziale e socio-economico, e anche nella mia veste di imprenditore vi vedo l’essenza della buona impresa: giocare all’attacco, con coraggio e intraprendenza. Volevo allora ringraziare i promotori del bell’incontro e mister Sacchi per gli ottimi spunti offerti trasferibili anche fuori del terreno di gioco, per affrontare le partite della vita, della crescita e dello sviluppo. Un auspicio che faccio anche al mio territorio, alla mia Cesena oltre che al mio Cesena: crescere giocando all’attacco e soprattutto di squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento