Pago e Rice tra gli attori, parte "Dittatura last minute": viaggio nella Romania di Ceausescu

Sono partite le riprese del film nel piazzale di San Domenico. Tra attori e comparse anche due dei tre protagonisti di quel viaggio. Oltre a Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale

Tre giovani cesenati in viaggio verso l'Est qualche mese prima che cada il muro di Berlino. Tre ragazzi al centro di una storia di amicizia e di un incontro particolare a Bucarest con un ragazzo rumeno in fuga dal suo Paese: il rumeno affiderà ai tre cesenati una valigia col compito di portarla alla sua famiglia ancora in Romania, allora sotto il potere di Ceausescu.

E' un viaggio di crescita, di iniziazione e di amicizia che hanno veramente vissuto i tre ragazzi cesenati nel 1989, un viaggio che oggi diventa un film (dal titolo "Dittatura last minute. Addio Ceausescu") scritto e diretto da Antonio Pisu (figlio del mitico Raffaele Pisu) e le cui riprese sono iniziate oggi in centro a Cesena, più precisamente nel piazzale di San Domenico.

Due di quei ragazzi protagonisti del viaggio, Maurizio Paganelli (Pago) e Andrea Riceputi, (Rice) sono anche coinvolti nella produzione del film, film che da anni ormai frullava nella loro testa e che grazie a Pisu ha preso forma.  

Per questo motivo oggi, Paganelli e Riceputi erano lì, tra macchine da presa e riflettori, insieme ad attori e comparse, con lo stesso entusiasmo di quando, giovanissimi, partirono per un viaggio che si trasformò, inaspettatamente, in un'avventura. Accanto a loro, come detto, un centinaio di interpreti, tra cui Lodo Guenzi, il cantante del gruppo bolognese "Lo Stato Sociale" a cui è stato affidato il ruolo di uno dei tre protagonisti.

Dopo le riprese effettuate nel piazzale di San Domenico trasformato a mercato rionale col furgoncino Amadori, alcune bancarelle di piante, ferro battuto e vestiti, i partecipanti hanno mangiato tutti insieme, trasformando la piazza in una specie di ristorante a cielo aperto.
Paganelli, conosciuto in città perché amministratore delegato del cinema Aladdin e della società Arcobaleno, ha spiegato che il film costerà circa un milione e 200 mila euro e che verrà prodotto, oltre che da lui e Riceputi, anche da “Genoma Films” di Paolo Rossi Pisu, dalla società rumena Kinotopia di Daniel Burlac. Le riprese andranno avanti fino a gennaio circa. Il 6 dicembre tutta la troupe si trasferirà a Bucarest per girare le scene della seconda parte del film. Da gennaio avrà inizio la post-produzione e poi si parlerà di quando farlo uscire nelle sale. "Il film girerà tutte le sale cinematografiche italiane - ha precisato con grande orgoglio Paganelli - e poi speriamo anche quelle europee e americane. E comunque la Rai ha già comprato i diritti, quindi non è escluso che venga fatto vedere anche in televisione. Direi che è una gran bella pubblicità per Cesena".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E infatti nel film vengono mostrate tutte le particolarità della città, a partire dal mercato ambulante cesenate con 12 ambulanti scelti per l'occasione, il Palazzo del Ridotto, il teatro Bonci, piazza del Popolo, alcune attività di Sant'Egidio e di Diegaro e, soprattutto, gran parte delle imprese che hanno fatto grande Cesena nel mondo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Addio a Tinin Mantegazza, "Cesenatico perde un artista e un creativo incredibile"

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

  • Si torna alla normalità, chiude il reparto Covid del Bufalini: "Esperienza dura e toccante"

Torna su
CesenaToday è in caricamento