menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

L'attrice Monica Samassa ritrovata morta nella foresteria del teatro

Si trovava, assieme alla sua compagnia teatrale,in Romagna per uno spettacolo. La compagnia sta provando per uno spettacolo che si dovrebbe tenere la prossima settimana

E' morta nella foresteria del teatro Petrella di Longiano, nel Cesenate, con ogni probabilità suicida, l'attrice Monica Samassa. La donna, 50 anni, è stata ritrovata senza vita nella serata di giovedì, intorno alla mezzanotte. Si trovava, assieme alla sua compagnia teatrale, al Petrella di Longiano per uno spettacolo che avrebbe debuttato giovedì prossimo, "I Vicini". I colleghi sono usciti per la cena, invitandola ad unirsi a loro. Lei però ha declinato l'invito, spiegando di non sentirsi bene. Al loro rientro l'amara scoperta. 

Subito sono stati chiamati i carabinieri e i soccorsi, purtroppo, però, non c'era più niente da fare. Samassa  era arrivata a Longiano giovedì, non solo per allestire lo spettacolo, ma per fare le prove generali. Infatti tutta la compagnia di Fausto Paradivino si trovava nel paese del Cesenate per testare lo spettacolo che poi sarebbe partito per una tourneè serrata.

L'attrice, originaria di Udine, aveva anche ricoperto ruoli di secondo piano in una decina di film, tra cui “Boris” di Vendruscolo, “Baciami ancora” di Muccino e “Mia madre” di Moretti. La sua biografia su Wikipedia ricorda che dopo essersi diplomata alla Scuola dopo il Teatro diretta dal regista russo Jurij Alschitz, vince la borsa di studio indetta dalla Comunità Europea “Le lingue del teatro”, prendendo così parte ad un prestigioso laboratorio teatrale a Firenze. La sua formazione è inoltre segnata dall'incontro con grandi maestri italiani e stranieri. Ha svolto anche alcune docenze presso l'accademia teatrale I.T.A.C.A., in Puglia.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Il trattore rotola nel dirupo per centinaia di metri: muore un agricoltore

    • Incidenti stradali

      Schianto sulla Cervese, auto "prende il volo" e finisce capovolta

    • Cronaca

      Si lancia della finestra al terzo piano, grave una donna

    • Cronaca

      Cene non pagate, rapine all'Iper e coltelli: arresti e denunce a Cesenatico

    Torna su