L’ex Casa Cantoniera di San Piero in Bagno sarà la nuova sede del Distaccamento dei Vigili del Fuoco

Il Corpo opera nell’alta Valle del Savio e su un ampio territorio al confine tra Toscana ed Umbria, nonché lungo la via di grande comunicazione E45

L’Alta Valle del Savio potrà beneficiare di maggior sicurezza e stabilità grazie alla creazione di una sede permanente del Distaccamento dei Vigili del Fuoco a San Piero in Bagno, che sarà anche la sede del Centro di Protezione Civile e dell’Associazione volontaria di Protezione Civile “Valle Savio. Si appresta infatti alla conclusione un’importante operazione che vede adibire l’ex Casa Cantoniera di San Piero in Bagno a sede stabile del distaccamento permanente del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco a Bagno di Romagna, che opera nell’alta Valle del Savio e su un ampio territorio al confine tra Toscana ed Umbria, nonché lungo la via di grande comunicazione E45.

“E’ un risultato molto importante per i Comuni della Valle del Savio e per tutto il territiro di riferimento a cui ho lavorato personalmente in prima persona - dichiara il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini - e che lunedì prossimo raggiungerà il sigillo formale con la sottoscrizione dell’atto di acquisto a titolo oneroso della Ex Casa Cantoniera di proprietà della Provincia da destinare a sede del locale Distaccamento dei Vigili del Fuoco. E’ stata un’operazione lunga, partita nel 2015, e che ha richiesto un lavoro costante di raccordo tra le Istituzioni coinvolte. Si è trattato infatti di individuare le condizioni per far convergere attorno ad un unico obiettivo il Ministero dell’Interno, la Provincia di Forlì-Cesena e la Regione Emilia-Romagna, passando per il benestare dell’Agenzia del Demanio".

"Il prossimo lunedì, quindi, andremo a sottoscrivere l’atto con il quale il Ministero acquista l’immobile di proprietà della Provincia, che verrà completamente ristrutturato e ampliato per stabilirvi la sede permanente del Distaccamento dei Vigili del Fuoco. In particolare - precisa il sindaco - il pregio dell’operazione sta nel fatto che il medesimo immobile ospiterà anche la sede del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, ove troverà spazio anche la sede dell’Associazione di volontari di Protezione Civile della Valle del Savio, quali condizioni che ho sostenuto per la realizzazione dell’operazione. Per raggiungere questa convergenza di obiettivi, l’amministrazione comunale finanzierà l’acquisto dell’immobile per una somma di 50mila euro, quale contributo regionale per il potenziamento del sistema di protezione civile territoriale, che consente così al Ministero dell’Interno di raggiungere il prezzo di 370mila euro fissato dall’Agenzia del Demanio per l’acquisto dalla Provincia".

"L’obiettivo che andiamo a fissare - spiega Baccini - è molto importante ed ha un carattere strategico per il nostro territorio in termini di rafforzamento del sistema di sicurezza per cittadini, aziende e utenti. Dalla riqualificazione di un bene degradato, ne nasce un’operazione virtuosa che vede convergere in un’unica base logistica rinnovata quelle forze che sono deputate ad intervenire nei casi di emergenza, con maggior efficienza in termini di scambio di informazioni e di organizzazione. Il carattere strategico dell’operazione è stato compreso e condiviso da tutti gli Enti coinvolti, che mi sento di ringraziare insieme al personale delle strutture che ha partecipato sin dal 2015 alle numerose riunioni tra Forlì, Roma e Bologna. Questo risultato rappresenta anche un esempio di convergenza di intenti e vedute che conferisce maggior pregio al lavoro svolto. Dopo la sottoscrizione dell’atto di vendita, auspichiamo che il medesimo impegno sia portato avanti celermente dal Ministero dell’Interno per avviare le opere di ristrutturazione dell’immobile così da avviare e rendere operativa al più presto la nuova sede”. 

               
 

Potrebbe interessarti

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • Una fusione di tradizioni: dopo 27 anni la storica osteria in centro cambia gestione

  • Pericolo pubblico al volante: guida ubriaco fradicio, senza assicurazione e senza patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento