Nuova sede di Igiene Ambientale, a giugno la fine dei lavori

Si concluderanno presumibilmente entro giugno i lavori per la costruzione della nuova sede del servizio Igiene ambientale di Hera a Pievesestina

Si concluderanno presumibilmente entro giugno i lavori per la costruzione della nuova sede del servizio Igiene ambientale di Hera a Pievesestina, collocata nell’area comunale di 48.000 mq situata fra via Chiesa San Cristoforo e la zona industriale. Il cantiere, partito lo scorso settembre, ha subito un inevitabile rallentamento per colpa delle nevicate di febbraio. Intanto, però, sono già pronti il prolungamento di via Rondani.

Tale consentirà anche l’accesso alla nuova struttura. Pronta anche la grande rotonda (50 metri di diametro, con carreggiata di 10 metri) all’incrocio fra via Fossalta e via Kossuth. Entrambi sono stati realizzati dal Comune con un importo di 800mila euro. La nuova sede dell’Igiene Ambientale comprende un’area servizi di quasi 3.000 mq in cui saranno collocate le attività di gestione e coordinamento dei servizi di raccolta rifiuti, con ampi spazi destinati al personale per la sosta e la manutenzione degli automezzi: una palazzina uffici e spogliatoi, l’autorimessa, l’area lavaggio, la centrale termica, il magazzino e l’officina riparazione mezzi e cassonetti.

A completare il quadro, le opere di urbanizzazione, con la nuova viabilità di accesso raccordata all’esistente, parcheggi, reti tecnologiche, ecc, l’autorimessa, l’area lavaggio, la centrale termica, il magazzino e l’officina riparazione mezzi e cassonetti. Martedì pomeriggio il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi hanno partecipato a una visita al cantiere, insieme al consigliere di Hera Roberto Sacchetti, al  direttore della Struttura Operativa Territoriale Forlì – Cesena di Hera Franco Fogacci e all’architetto Marco Buffoni dello studio Gae Aulenti. Come si ricorderà, infatti, la progettazione della nuova struttura porta la firma del celebre architetto.

 “Questa visita ci ha permesso di fare il punto sull’avanzamento dei lavori, che che fin dall’inizio abbiamo seguito  con grande attenzione – sottolineano il Sindaco Lucchi e l’Assessore Miserocchi -. Non dimentichiamo, infatti, che questa nuova struttura, oltre a dare una collocazione più idonea e funzionale ai servizi ambientali di Hera, contribuirà a liberare, finalmente, la zona di Ponte Abbadesse dal problema del traffico, mettendo fine così ai disagi che i residenti hanno dovuto sopportare in tutti questi anni. Quello che abbiamo visto oggi ci rassicura: l’attesa ormai sta per finire”-  
“Non appena la struttura sarà pronta – confermano a loro volta il consigliere di Hera Spa Roberto Sacchetti e il direttore della SOT Hera di Forlì-Cesena Franco Fogacci-  avvieremo al più presto il trasferimento delle attività oggi presenti a Ponte Abbadesse, e questo permetterà  di utilizzare una nuova sede più funzionale e soprattutto servita da una viabilità più consona alle dimensioni dei mezzi stessi”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Superbike, Savadori lontano dal podio: "C'è da lavorare sul ritmo gara"

    • Sport

      Troppi sbagli, il Cesena non raccoglie punti nello stadio di casa

    • Incidenti stradali

      Carambola sotto la pioggia in A14: auto si scontrano per evitare vettura incidentata

    • Cronaca

      Piogge intense, il Savio mostra le unghie: limaccioso e arrabbiato - IL VIDEO

    I più letti della settimana

    • Caso di meningite nella vallata del Savio: ricoverato bimbo di un anno

    • Investito sulle strisce mentre attraversa la strada, ferito un uomo

    • L'ultimo saluto a Stefano, il pilota di Savignano scomparso sul circuito di Vallelunga

    • Calci e pugni ad un fattorino delle pizze per rapinarlo: arrestato un ventenne

    • Affittava "in nero" gli alloggi estivi: smascherato dalla Guardia di Finanza

    • Tragedia in pista, gli amici delle moto: "Impossibile credere che Stefano non ci sia più"

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento