Niente fondi per le Tre piazze? Forza Italia: "Bloccare subito il progetto"

“Cesena, dopo il finanziamento di piazza della Libertà, perderà anche il finanziamento statale per 1,8 milioni, per la riqualificazione delle tre piazze Almerici Bufalini e Fabbri?”

“Cesena, dopo il finanziamento di piazza della Libertà, perderà anche il finanziamento statale per 1,8 milioni, per la riqualificazione delle tre piazze Almerici Bufalini e Fabbri?”: è la domanda che viene da Stefano Spinelli, coordinatore del comitato politico di Libera Cesena e consigliere comunale, alla notizia che il nuovo Governo intende sospendere fino al 2020 l'iter del maxi-finanziamento da 2,1 miliardi di euro per una serie di opere pubbliche locali, tra cui anche il progetto delle “Tre Piazze” della Malatestiana per 1,8 milioni di euro. 

Ricorda Spinelli: “Alla fine del 2017 la Giunta annunciava vittoria per essere stata ammessa tra i beneficiari del “Bando Periferie”, approvando la relativa convenzione con la Presidenza del Consiglio dei ministri per l’erogazione del contributo, che avrebbe dovuto coprire oltre il 50% dei costi preventivati, ammontanti complessivamente a 3,3 milioni di euro. Nel febbraio 2018 la Giunta approvava il progetto definitivo e annunciava che “l’iter delle tre piazze sarà avviato dopo la conclusione di Piazza della Libertà, l’obiettivo è di aprire il cantiere nella primavera del 2019 con la previsione di concludere i lavori entro il 2020”. Ma la Giunta sembra aver fatto i conti ... senza l’oste (come spesso le capita durante il suo mandato)”.

La maggioranza di Governo ha approvato un emendamento al cosiddetto decreto Milleproroghe, secondo il quale l’efficacia delle convenzioni concluse sulla base di quanto disposto dal Bando Periferie è differita all’anno 2020. Commenta Spinelli: “Se la ricostruzione è corretta, credo che ciò significhi la sospensione del finanziamento e forse la sua cancellazione. Ancora una volta la città sarà chiamata a sopportare per l’intero il costo di mega progetti già presentati come finanziati? Certo, non si può essere contenti che sia venuto meno un aiuto alla città ma troppe volte questa amministrazione ci ha messo di fronte a contributi certi che si sono poi rivelati inconsistenti. È preferibile la politica dei fatti a quella degli annunci”.

Nello stesso partito interviene anche Marco Casali di Forza Italia, e capogruppo di Libera Cesena: "Già all’appello mancano 1,5 milioni di Piazza della Libertà relativi a quel contributo regionale che doveva arrivare ma che pare scomparso nelle pieghe di bilanci pubblici sempre più avari di spese inutili e faraoniche. Se oltre a quelli dovessero mancare anche 1,8 milioni di contributo per le Tre piazze, beh allora non resta che fermare l’ennesimo faraonico progetto. Fra l’altro non si è mai compreso come quei soldi siano attinti da un fondo nazionale che si chiama “Bando periferie”, visto che poi noi li spendiamo in pieno centro storico. Ma aldilà della forzatura è bene guardarci bene questa volta e non compiere lo stesso errore che è stato commesso con Piazza della Libertà dove contestammo non solo la scelta progettuale ma anche il fatto che quella differenza del contributo se la sono poi subita tutti i cesenati con l’accensione del relativo mutuo a copertura".

"Noi pensiamo che si finita l’epoca dello sperpero delle risorse. Teniamo in considerazione che questa amministrazione somma spese straordinarie di tutto rispetto: 1,7 milioni di euro della causa dei I Gessi persa, 1 milione di euro per far fronte alle garanzie che allegramente la Giunta Pd aveva concesso al Presidente del Cesena Calcio Campedelli nel lontano 2012 e che ora con apposita variazione di bilancio di Luglio abbiamo preso dalle tasche dei cesenati. Se a questo ci aggiungiamo i mancati contributi regionali e statali relativi agli interventi di Piazza della Libertà e delle Tre Piazze, siamo a un complessivo di 6 milioni di euro che abbiamo messo a bilancio bloccando altri interventi, ben più utili (penso alla cassa di espansione di Rio Marano, o a tantissimi altri interventi di messa in sicurezza del territorio). La richiesta, se la notizia che si sta diffondendo fosse confermata, è quella quindi di procedere con la massima attenzione e bloccare da subito tutto l’iter dei lavori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

  • Migliora la situazione maltempo, a Cesenatico rotte due dune per contenere la furia del mare

Torna su
CesenaToday è in caricamento