menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcalendarcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcasesunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsiuslock-openlog-outeditfiletrophy

Meningite a Cesenatico, nessun collegamento con il caso di Longiano

Si tratta di un ceppo diverso da quello che ha causato il decesso a metà giugno di un bambino di Longiano.

Dall'Ausl 3 di Torino arriva la conferma della diagnosi: il bimbo di 9 anni, ospite in una casa per vacanze a Cesenatico, dal 22 giugno al 6 luglio, assieme ad altri bambini torinesi suoi compagni di scuola, ha contratto una meningite batterica di tipo B. Si tratta di un ceppo diverso da quello che ha causato il decesso a metà giugno di un bambino di Longiano, colpito da meningite fulminante di tipo C. Ciò conferma quanto già dichiarato  dall’epidemiologo  Mauro Palazzi.

Insomma non c'è connessione tra i due casi. Il dottor Palazzi ha ribadito che attualmente non c’è alcun rischio di contagio in quanto tutte le persone che hanno avuto un contatto continuativo e ripetuto con il bambino ammalato sono state immediatamente contattate e sottoposte a profilassi antibiotica per abbattere il rischio, già di per se stesso molto basso, di ammalarsi e di essere a loro volta fonte di contagio.



Commenti

    Più letti della settimana

    Torna su