Maturità 2019, partito il toto-esame: è D'annunzio il 'terrore' degli studenti

La novità che più preoccupa riguarda la seconda prova che nei licei prevede la fusione delle due materie di indirizzo. Anche l’orale è stato modificato dalla riforma: la tesina è stata sostituita dalle buste

Mancano pochi giorni all'inizio dell'esame di Stato. Sarà la prima maturità dei nati nel 2000, e porta con sé varie novità. Tra i cambiamenti introdotti, le novità riguardano in prima battuta i requisiti per l'ammissione all'esame: Invalsi e alternanza scuola lavoro non sono obbligatori, per quest'anno. La novità che più preoccupa riguarda la seconda prova che nei licei prevede la fusione delle due materie di indirizzo: greco e latino per il classico, matematica e fisica per lo scientifico. Si svolgerà il 20 giugno e sarà l’ultima delle prove scritte: è stata infatti rimossa la terza prova che prevedeva quesiti riguardanti diverse materie.

Ma come ogni anno l'esame di Stato inizia con il tema (19 giugno), prima prova che ha subito diversi cambiamenti: le tipologie sono diminuite, da quattro a tre, e non avranno una sola traccia ciascuna. Le tipologie A e C, rispettivamente analisi del testo e riflessione critica, avranno due tracce mentre per la tipologia B, il testo argomentativo, si potrà scegliere fra tre tracce. Anche l’orale è stato modificato dalla riforma: la tesina è stata sostituita dalle buste, tre a testa, all'interno delle quali la commissione potrà inserire documenti su argomenti trattati durante il corso dell’anno scolastico.

Maturità 2019, totoesame prima prova: D'Annunzio il più temuto

Come ogni anno, gli studenti cercano (vanamente) sul web indicazioni sulle tracce della prima prova, ma soprattutto si confrontano tra di loro. Secondo ScuolaZoo l'autore più temuto per l'analisi del testo, per il 65% dei maturandi, sembra essere Gabriele D'Annunzio: anche se è cambiato il Millennio di nascita dei maturandi le bestie nere sembrano rimanere invariate attraverso le generazioni. D'Annunzio a parte, la nuova struttura della prova non facilita le previsioni delle tracce.

Quest'anno le analisi del testo saranno due e per i maturandi questo vuol dire che le possibilità di indovinare si raddoppiano (ma anche che si raddoppiano le possibilità che esca D'Annunzio, nota ScuolaZoo). Alcuni mesi fa il linguista del Miur Serianni ha confermato che gli autori della maturità 2019 saranno scelti fra tutti coloro che sono vissuti fra l'Unità d'Italia e oggi. Non sono pochi, certo, ma almeno circoscrive lo spazio di analisi. I più quotati a oggi sono i classici che non escono da molto tempo: Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni, Giosuè Carducci e Giovanni Pascoli.

Maturità 2019 calendario prove

Nella provincia di Ravenna gli studenti candidati all'esame di Stato sono 2874, mentre saranno invece 68 le commissioni esaminatrici impegnate. Analizzando i dati per tipologia di indirizzo, 1189 affronteranno la maturità nei licei, 955 negli istituti tecnici e 703 negli istituti professionali.

Data prima prova 2019: 19 giugno
Data seconda prova 2019: 20 giugno
Data terza prova 2019: (solo per licei opzione internazionale ed Esabac): 25 giugno
Data orali: fine-giugno-inizio-luglio, da stabilire.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in stazione: è una 13enne la giovane morta sui binari

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Sciagura sui binari, muore una donna. Cancellazioni e treni in ritardo sulla linea Adriatica

  • Una lezione sulla nutrizione con la modella "sosia" di Belen Rodriguez

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

Torna su
CesenaToday è in caricamento