La neve non ferma l’approvazione del programma dei lavori pubblici

Nonostante l'emergenza neve e la necessità di far fronte agli enormi disagi che ha provocato, l'Amministrazione comunale di Cesena va avanti anche con l'attività corrente

Redazione 14 febbraio 2012

Nonostante l’emergenza neve e la necessità di far fronte agli enormi disagi che ha provocato, l’Amministrazione comunale di Cesena va avanti anche con l’attività corrente. E così, facendo lo slalom fra l’allerta meteo, la pulizia delle strade, i soccorsi alle famiglie isolate, la Giunta comunale nei giorni scorsi ha trovato il tempo per approvare il programma triennale 2012-2014 dei Lavori Pubblici che dovrà essere votato dal Consiglio comunale insieme al bilancio. “Buttiamo il cuore oltre l’ostacolo per riconquistare la normalità”, sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi.

C'è la “consapevolezza che ci vorrà del tempo e servirà l’impegno di tutti per tornare alle condizioni precedenti alla nevicata del 31 gennaio.  La neve ci ha obbligato a rinviare nuovamente l’approvazione del bilancio, slittata a fine marzo, ma ci stiamo preparando per riprendere il percorso, e questo atto è uno dei primi in tale direzione. Va tenuto presente che su questa programmazione specifica non influisce la conta dei danni e provocati dal maltempo e i progetti di ripristino, che saranno invece affrontati nell’ambito del bilancio”, hanno aggiunto Lucchi e Miserocchi.

Da non confondere con il Piano degli investimenti (che individua le opere ritenute prioritarie e  che si intende finanziare), il programma triennale dei lavori pubblici è un documento molto operativo, perché di fatto mette in agenda i cantieri che apriranno quest’anno e nei due successivi. Per il triennio 2012-2014 è il programma il varo di una sessantina di opere, per un importo complessivo di oltre ventotto milioni e mezzo di euro. Nel solo 2012 prenderanno il via 22 realizzazioni (anzi, alcune sono già partite, come nel caso della rotonda Diegaro – E45 e della pista ciclabile di via Savio) per un totale di 11 milioni e 635mila euro.

Spicca su tutti, con un importo di 1 milione e 800mila euro, l’ampliamento della scuola elementare di Pievesestina. Sul fronte dell’edilizia scolastica, in scaletta compare anche la riqualificazione energetica della media Plauto (legata ai finanziamenti europei del progetto School of the future), per un importo di 900mila euro, mentre 400mila euro sono destinati alla manutenzione straordinaria del patrimonio scolastico comunale.

Sul fronte della viabilità, che mette insieme lavori per circa 6,5 milioni di euro, l’intervento più rilevante è la pista ciclabile di via Savio, per un importo di 855mila euro, seguito da quello che raggruppa l’ampliamento del percorso ciclabile in via Dismano  e il collegamento ciclabile fra Ronta e San Martino in Fiume (per un ammontare di 700mila euro). Completano il quadro dei lavori pubblici la prima tranche del 3° lotto della Grande Malatestiana (300mila euro), la manutenzione straordinaria di Villa Silvia (400mila euro), un primo blocco di interventi per l’adeguamento del Palazzo Comunale (400mila euro), la realizzazione delle aree di laminazione del fiume Savio nella zona di Ca’ Bianchi (600mila euro) e la creazione del parco lineare sopra il tunnel della Secante (330mila euro).

Annuncio promozionale

Nel pacchetto degli interventi previsti per il 2013 compaiono, fra gli altri, l’ampliamento della materna di San Vittore, la realizzazione del Tecnopolo, le riqualificazioni di piazza della Libertà e delle vie Albizzi e Fantaguzzi. Nel 2014, invece, si metterà mano, fra le altre cose, all’ampliamento della scuola elementare di San Vittore e al consolidamento delle mura malatestiane.

Paolo Lucchi
lavori pubblici

Commenti