La Lega: "L'Imu per coprire i danni della neve"

Il gruppo consiliare della Lega Nord nel corso del consiglio provinciale di martedì ha avanzato una proposta di ordine del giorno sui costi della neve, proponendo l'utilizzo della quota Imu

Il gruppo consiliare della Lega Nord nel corso del consiglio provinciale di martedi' ha avanzato una proposta di ordine del giorno sui costi della neve, proponendo l’utilizzo della quota Imu spettante allo Stato per coprire le spese da sostenere per la riparazione dei danni. Dice il documento: “Non è dato di sapere a quanto corrisponderanno le risorse provenienti dal Governo destinate alle zone maggiormente colpite dagli eventi meteorologici, ma, in ogni caso, sembra copriranno solo i costi pubblici della prima emergenza”.

E ancora si evidenzia “la conclamata situazione di crisi dell’economica regionale e in particolare romagnola che si è notevolmente aggravata dopo l’emergenza neve, che sta mettendo in ginocchio aziende, agricoltura, allevamenti e privati per i danni subiti alle strutture (sia abitative, che commerciali, industriali, serre, stalle, capannoni, ecc.), per la mancata produzione, per la difficoltà dei trasporti, ecc”.

Dal momento che “la metà del gettito relativo agli immobili diversi dalle abitazioni principali spetta allo Stato, secondo il decreto Salva Italia del Governo Monti e che alcuni Comuni della provincia valuterebbero l’ipotesi di aumentare le aliquote IMU per sostenere le ingenti spese provocate dal maltempo, si sollecita il Presidente della Provincia, anche in accordo con gli altri Presidenti delle province romagnole e dei sindaci, a chiedere al Presidente della Giunta Regionale Vasco Errani, nella sua veste di presidente della Conferenza Stato-Regioni, di intervenire presso il Governo nazionale per ottenere che la parte spettante allo Stato dell’IMU rimanga a disposizione dei Comuni interessati per il ripristino dei gravissimi danni subiti, in modo tale da non caricare ulteriormente aggravi agli abitanti con un aumento indiscriminato dell’IMU”. L’ordine del giorno è stato approvato, senza dibattito, con i voti favorevoli di Lega Nord, Pd, PdL e Gruppo Misto. Astenuti i gruppi Idv, Prc e Udc.

I gruppi consiliari del Popolo della Libertà, Lega Nord e Unione di Centro hanno sottoscritto una proposta di ordine del giorno sui danni provocati dalla neve in agricoltura. In particolare, “premesso che la Regione ha notificato l’attivazione della misura 126 del Piano di Sviluppo Rurale per il ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali e che tale misura potrà essere coperta dai risparmi attuali delle risorse del PSR”, si chiede che “le risorse risparmiate vengano concentrate sulla Provincia di Forlì-Cesena e sulle altre Province in ragione della gravità dei danni subiti proprio in considerazione dello stato di emergenza nella quale si sono trovate ed a tal fine si chiede che la Giunta si attivi presso la Regione affinché le risorse suddette vengano impegnate a copertura dei danni provocati in seguito alla recente nevicata”. Ha presentato l’ordine del giorno Stefano Gagliardi (PdL), il documento è stato approvato all’unanimità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Vaga seminuda per strada in stato confusionale, la Polizia Locale risolve il 'mistero'

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Soccorso in stato di delirio, era in ospedale con la cocaina sotto la lingua: denunciato spacciatore

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

  • S'intasca 150 euro per la rottamazione di una vecchia aspirapolvere: rappresentante nei guai per truffa

Torna su
CesenaToday è in caricamento