La festa di Natale del Budokan fa il pienone, quest'anno anche i tamburi giapponesi

Grande successo per il tradizionale evento che si è svolto nella palestra delle scuole medie di San Mauro Pascoli

Tribune piene, genitori seduti anche per terra, un ora di esibizioni e quest’anno, oltre all’attesissimo Babbo Natale, anche un gruppo di percussionisti giapponesi. Grande successo per la Festa di Natale del Budokan che si è svolta giovedì nella palestra delle scuole medie di San Mauro Pascoli.

Oltre 500 persone hanno riempito il palazzetto, fra genitori in tribuna e i 150 allievi delle scuole Budokan di San Mauro, San Vito e Borghi che si sono alternati sul tatami. Ad aprire la manifestazione è il gruppo principianti, i nuovi che hanno cominciato i corsi ad ottobre e che hanno dimostrato già i primi progressi. Le ragazze del gruppo agonisti si sono esibite in tecniche di difesa personale in vista del corso di autodifesa femminile che partirà da gennaio a San Vito. La manifestazione è poi proseguita con le esibizioni di combattimento delle cinture blu-marroni ed infine il combattimento più spettacolare delle cinture nere.

Prima del gran finale i maestri hanno chiamato e ringraziato l’assessore Sabrina Baldazzi che ha salutato tutti a nome dell’amministrazione comunale di San Mauro Pascoli e ha rinnovato la sua ammirazione e sostegno per il Budokan. Poi a portare i propri auguri è stato Claudio Campedelli, sostenitore del progetto sportivo ed educativo del Budokan da diversi anni in qualità di amico e sponsor ufficiale. Anche il gruppo Budofans San Mauro Pascoli, i genitori sostenitori del Budokan, hanno salutato i presenti e ringraziato i maestri.  Genny Guida e Roberta Biondi, portavoce del Budofans hanno presentato i progetti del 2019 fra raccolte fondi per progetti sociali, la famosissima e diffusissima raccolta tappi “Stappiamoci”, e hanno rinnovato il sostegno nell’organizzazione degli eventi Budokan.

Dopo i ringraziamenti e i saluti, a concludere lo spettacolo del Budokan, è intervenuto il gruppo Munedaiko di Pesaro che si sono esibiti in un duo di Taiko, ovvero i tamburi giapponesi. Quella del Taiko è un'altra arte molto simile per disciplina, filosofia e storia alle arti marziali e al karate, per questo motivo la presenza al saggio di Natale Budokan è stata di grande effetto. In quindici minuti di spettacolo il gruppo Munedaiko si è esibito in tre brani ed ha concluso la performance accompagnando a ritmo di tamburi la prova di difesa personale contro più avversari dei maestri Andrea Silenzi e Daniele Arcangeli. L’arrivo finale di Babbo Natale, che ha portato un regalo a tutti i presenti, ha concluso in simpatia quella che si è riconfermato ancora una volta l’evento più sentito ed emozionante dell’anno per il Budokan.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Ricciardo apre, poi l'eurogol di Fortunato: il Cesena espugna il Macrelli di San Mauro Pascoli

  • Sport

    Nella trasferta marchigiana la Savignanese non va oltre il pareggio

  • Cronaca

    Ferri scoperti e cemento sgretolato, l'E45 mostra la sua età: il nostro controllo in 12 punti

  • Cronaca

    Maurizio Mastrandrea, un laboratorio per insegnare il teatro "senza pregiudizi"

I più letti della settimana

  • E45, come cambia la viabilità col sequestro del viadotto: tutti i percorsi suggeriti

  • Dramma all'ospedale: appena dimessa si accascia e muore al bar, disposta l'autopsia

  • Viadotto dell'E45 a rischio crollo con "criticità estrema": sequestrato un pezzo di superstrada

  • Il terremoto fa balzare tutti dal letto: forte scossa in Romagna, la paura corre sui social

  • Le strade del cesenate invase da una numerosa colonia di ratti

  • Il sequestro dell'E45 spezza a metà l'Italia, i sindaci: "Fortissima preoccupazione"

Torna su
CesenaToday è in caricamento