'La Donna Sapiens Sapiens', un omaggio al genere femminile attraverso l'arte

Al Museo della Marineria di Cesenatico ci sarà il primo appuntamento del ciclo "Il Mondo Donna"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

 Giovedì 7 Marzo alle ore 16 al Museo della Marineria di Cesenatico, ci sarà il primo incontro del ciclo "Il Mondo Donna" dal titolo 'Donna Sapiens Sapiens', organizzato dall'Università degli Adulti. Protagonisti della performance il regista e attore Gianfranco Gori, la psicologa Dottoressa Stefania Straface, il giovane Maestro Giulia Gori al pianoforte e il Maestro Karsten Braghittoni al flauto.

Perché Donna Sapiens Sapiens? Risponde il regista Gianfranco Gori: “ Il cammino storico dell’ominide è rappresentato ovunque e sul gradino più alto della scala evolutiva il cugino evoluto e depilato dello scimpanzé “l’Homo Sapiens Sapiens”, che vive ora solo grazie ai vari smartphone , tablet, computer, social network, alimentazione spazzatura, vernissage, aria inquina, footing postato su facebook. Ma Darwin e colleghi dimenticarono di sottolineare un aspetto fondamentale dell’evoluzione: dopo lo scalino dell’Homo Sapiens Sapiens, c’è lo scalino della Donna Sapiens Sapiens. Certo con 'Homo' sono compresi sia l’uomo che la donna ma non è detto. Posizioniamo la donna su questo scalino perché se lo è davvero meritato, dopo dure scalate free climbing, sulle pareti rocciose dell’emancipazione, costruite da secoli di mentalità intrisa di testosterone".

"Al di la di ogni pregiudizio o polemica che potrebbe suscitare con questo titolo noi intendiamo omaggiare la Donna con l’Arte: le immagini delle protagoniste del ventunesimo secolo, le poesie di Alda Merini, Wisława Szymborska, Saffo, Frida Kalo, Sylvia Plath, Fadwa Tuqan e altre meravigliose poetesse.” Tra una poesia e un sonetto gli interventi psicosociologici della Dottoressa e Psicologa Clinica Stefania Straface, La colonna sonora è affidata al Maestro cesenaticense Karsten Braghittoni, presidente della Gan Eden e al giovane Maestro Giulia Gori del Teatro Della Rosa di Longiano, fresca di laurea con il massimo dei voti al conservatorio di Trieste sotto la guida del grande Maestro Giuseppe Albanese. L’incontro è organizzato in collaborazione con il comune di Cesenatico, Centro sociale anziani, Gesturis, Adria Bandiere, Ass. Albergatori, Adac Cooperativa Esercenti balneari e associazione culturale Adamo Brina. I posti sono limitati e l’ingresso è libero.

Torna su
CesenaToday è in caricamento