Sabato tragico alla 'Deca', 45enne schiacciato da una lastra di marmo

Tragico sabato mattina a Cesena. Un uomo di 45 anni è rimasto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto alla ditta DECA, in via Parri 165, a Cesena. Si tratta di un rumeno residente a Cesena

Tragico sabato mattina a Cesena. Un uomo di 45 anni è rimasto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto alla ditta DECA, in via Parri 165, a Cesena. Per cause ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell'ordine e del personale della Medicina del Lavoro, l'uomo è morto per un trauma da schiacciamento quando da poco erano passate le 7.40 di sabato mattina. E' rimasto vittima da una lastra di marmo.

I colleghi hanno lanciato l'allarme al 118, giunto sul posto con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, ma per il 45enne, Danut Mihali non c'è stato nulla da fare. Sono intervenuti sul posto gli agenti di polizia e la medicina del lavoro. Ancora è presto per spiegare la dinamica dell'accaduto, si sa però che il ragazzo, di origini rumene, lavorava nella ditta in cui si lavora il marmo in lastre, da diversi anni, non era quindi inesperto. Al momento la salma è sotto sequestro a disposizione dell'autorità giudiziaria.

La notizia si colora di altri aspetti tragici. Infatti Danut è morto proprio nel suo ultimo giorno di lavoro. A giorni sarebbe partito per le ferie in Romania per raggiungere i familiari che hanno lasciato l'Italia pochi giorni fa. Forse era al lavoro di sabato mattina proprio per non lasiare alcun lavoro in sospeso? Non si può dire con certezza. Si sa invece che il ragazzo, da anni a Cesena in zona Sant'Egidio, lascia moglie e due figli piccoli. Sul luogo della tragedia è accorso anche il fratello anche lui a Cesena da anni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Non possiamo tacere di fronte all'ennesimo incidente mortale sul lavoro, nel quale ha perso la vita un lavoratore romeno residente a Cesena. Questa delle morti sul lavoro è una tragedia che si perpetua, e che colpisce in particolar modo un territorio dove alla precarietà dello stesso, si aggiunge spesso quella delle sue condizioni di sicurezza. Chi ha la responsabilità della sicurezza, qualunque ruolo ricopra - in primis il datore di lavoro - dovrebbe sempre adoperarsi affinchè il lavoro sia realizzato in una situazione di massima sicurezza, rafforzando vincoli, dispositivi, controlli.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cade dal trattore in marcia in una stradina impervia: grave giovane agricoltore

  • Economia

    Carisp, ora decide il Fondo Interbancario: fissata l'assemblea per i nuovi vertici

  • Incidenti stradali

    Schianto tra due auto, anziana intrappolata nella macchina ribaltata

  • Cronaca

    Ancora bocconi avvelenati, cane soccorso d'urgenza dal veterinario

I più letti della settimana

  • Cene, prosciutti, regali da migliaia di euro alla Polizia Stradale: maxi-inchiesta della Procura

  • Dopo 30 anni da commessa diventa imprenditrice e apre una profumeria

  • Fugge all'alt dei carabinieri e si schianta: pensava di essere ubriaco, ma era sobrio

  • Accompagnava prostitute al lavoro sull'Adriatica: stanato padre di 16 figli

  • Sbuca tra le auto in sosta: tredicenne investito mentre va a scuola in bici

  • Manuel e Marco hanno detto sì: celebrata la prima unione civile a Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento