domenica, 20 aprile 6℃

Sabato tragico alla 'Deca', 45enne schiacciato da una lastra di marmo

Tragico sabato mattina a Cesena. Un uomo di 45 anni è rimasto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto alla ditta DECA, in via Parri 165, a Cesena. Si tratta di un rumeno residente a Cesena

Redazione28 luglio 2012
1

Tragico sabato mattina a Cesena. Un uomo di 45 anni è rimasto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto alla ditta DECA, in via Parri 165, a Cesena. Per cause ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell'ordine e del personale della Medicina del Lavoro, l'uomo è morto per un trauma da schiacciamento quando da poco erano passate le 7.40 di sabato mattina. E' rimasto vittima da una lastra di marmo.

I colleghi hanno lanciato l'allarme al 118, giunto sul posto con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, ma per il 45enne, Danut Mihali non c'è stato nulla da fare. Sono intervenuti sul posto gli agenti di polizia e la medicina del lavoro. Ancora è presto per spiegare la dinamica dell'accaduto, si sa però che il ragazzo, di origini rumene, lavorava nella ditta in cui si lavora il marmo in lastre, da diversi anni, non era quindi inesperto. Al momento la salma è sotto sequestro a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Annuncio promozionale

La notizia si colora di altri aspetti tragici. Infatti Danut è morto proprio nel suo ultimo giorno di lavoro. A giorni sarebbe partito per le ferie in Romania per raggiungere i familiari che hanno lasciato l'Italia pochi giorni fa. Forse era al lavoro di sabato mattina proprio per non lasiare alcun lavoro in sospeso? Non si può dire con certezza. Si sa invece che il ragazzo, da anni a Cesena in zona Sant'Egidio, lascia moglie e due figli piccoli. Sul luogo della tragedia è accorso anche il fratello anche lui a Cesena da anni.

Oltresavio
Infortuni sul lavoro

1 Commenti

Feed
  • Avatar di davide

    davide Non possiamo tacere di fronte all'ennesimo incidente mortale sul lavoro, nel quale ha perso la vita un lavoratore romeno residente a Cesena. Questa delle morti sul lavoro è una tragedia che si perpetua, e che colpisce in particolar modo un territorio dove alla precarietà dello stesso, si aggiunge spesso quella delle sue condizioni di sicurezza.

    Chi ha la responsabilità della sicurezza, qualunque ruolo ricopra - in primis il datore di lavoro - dovrebbe sempre adoperarsi affinchè il lavoro sia realizzato in una situazione di massima sicurezza, rafforzando vincoli, dispositivi, controlli.

    il 29 luglio del 2012