Brucia ancora l'entroterra, Vigili del Fuoco chiamati ad un tour de force: ben 4 incendi spenti

Il primo si è sviluppato poco prima delle 7 nella frazione di Pietra dell'Uso nel comune di Sogliano al Rubicone. Le lingue di fuoco hanno avuto un'estensione di circa 900 metri quadrati

Foto di repertorio

Altri incendi boschivi hanno tenuto impegnati i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Forlì-Cesena. Il primo si è sviluppato poco prima delle 7 nella frazione di Pietra dell'Uso nel comune di Sogliano al Rubicone. Le lingue di fuoco hanno avuto un'estensione di circa 900 metri quadrati. Sono intervenuti sette uomini e tre mezzi. Un altro si è invece sviluppato nei pressi di via Valle, rendendo necessario l'intervento di un altro mezzo del 115. Le operazioni si sono concluse intorno alle 12. Poco dopo, intorno alle 12.15, altre allarme incendio. Questa volta nei pressi di Corniolo. Il rogo ha tenuto impegnato gli uomini del distaccamento di San Piero in Bagno ed anche in questa circostanza le fiamme hanno distrutto circa 900 metri quadrati di vegetazione. Ci sono volute tre ore di lavoro prima di estinguere gli ultimi focolai. Il tour de force si è concluso alle 16.30 con un incendio che per due ore ha tenuto impegnati i pompieri a San Lorenzo in Scanno. Le cause sono tutt'ora al vaglio.

Un'onda anomala di roghi boschivi “fuori stagione”, che si propagano per il tempo siccitoso e ventilato. Temperature sopra la media del periodo e persistenti condizioni di tempo secco sono le condizioni che hanno fatto scattare in tutta l’Emilia-Romagna lo stato di attenzione per gli incendi nei boschi da martedì a domenica. Il provvedimento è stato emesso lunedì dal direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile Maurizio Mainetti, dopo il vertice in Regione con i rappresentanti  della Direzione regionale dei Vigili del fuoco, del Comando Regione Carabinieri Forestale e di Arpae Emilia Romagna. Una delle misure immediate è la raccomandazione di non bruciare stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali, come previsto dall’articolo 58 del regolamento regionale forestale numero 3 del 2018. 

Le condizioni del terreno e le temperature che per tutta la settimana si manterranno sopra le medie stagionali del periodo, associate all’assenza di piogge, potrebbero infatti innescare nuovi focolai di incendio, come nei recenti episodi avvenuti nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Forlì-Cesena, che hanno richiesto l’intervento di squadre e di elicotteri per lo spegnimento. L’Agenzia per la Protezione Civile ricorda in ogni caso che, prima di procedere agli abbruciamenti durante i lavori agricoli, è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco al numero verde 800841051.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Alessandro, da Roma per conquistare Cesena: "Testa calda? Sono schietto e non cambio per nessuno"

  • Cronaca

    Consegnano i pacchi per Amazon, gli autisti in presidio: "Vogliamo i soldi che ci spettano"

  • Cronaca

    Rocca Malatestiana, la nuova gestione si presenta: "Vogliamo darle un aspetto museale"

  • Politica

    Le interviste personali, Fabbri: "Se rompiballe significa ficcare il naso negli intrecci, sono fiero di esserlo"

I più letti della settimana

  • Una fuga di oltre 100 chilometri. L'edizione 2019 della Nove Colli è di Federico Colone

  • Volo di trenta metri nella scarpata e schianto contro un albero: è grave

  • Chiara Ferragni a San Mauro, in visita a un calzaturificio: "Romagna for the day"

  • Un boato per Giuseppe: la festa per l’ultimo arrivato chiude la 49esima Nove Colli

  • Un maggio 'invernale', tornano le temperature a picco e fa capolino la neve

  • Al Bufalini il primo prelievo di polmoni a cuore fermo in Emilia Romagna

Torna su
CesenaToday è in caricamento