Sirio, il sindaco: "Ci chiedono di non rispettare le regole"

lunga lettera del Comune di risposta alla critiche piovute in questi giorni sulla futura messa in funzione del sistema di controllo degli accessi in Ztl e sulle multe fioccate per le vetrine indecorose

“Ci permettiamo di lanciare un appello: poiché questa Amministrazione comunale ha nel proprio Dna (oltre che nel proprio Programma di mandato) un impegno a fare di Cesena un luogo nel quale tutti, con un indispensabile recupero di senso civico, siamo impegnati a rispettare le regole minime di convivenza civile (quelle che, per esempio, prevedono che non si possa entrare in auto in strade a traffico limitato, che non si possa parcheggiare dove la sosta è pericolosa o impedita, che non si debbano gettare rifiuti per strada o fuori dai luoghi deputati al loro ritiro), ci auguriamo che nei prossimi mesi attorno a questo tema possa essere proiettato un nuovo film: non quello delle critiche a prescindere, ma piuttosto quello del colloquio con i cittadini e tra i diversi livelli politici ed istituzionali, utile a migliorare i canali di confronto ed informazione e non a mettere continuamente in discussione regole che tutti, a parole, accettiamo”.

Inizia così una lunga lettera del Comune di risposta collettiva alla critiche piovute in questi giorni sulla futura messa in funzione del sistema di controllo degli accessi in Ztl Icarus e sulle multe fioccate per le vetrine indecorose. A parlare sono il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore al traffico Maura Miserocchi e l’Assessore alle Sicurezze Ivan Piraccini.

NIENTE MULTE I PRIMI MESI. Dicono i tre amministratori: “E’ noto da tempo ai cesenati come Icarus (acronimo per “Impianto di Controllo Accessi per la Rigenerazione Urbana e la Sicurezza”) il sistema di telecamere che regolerà l'accesso al nostro centro storico, entrerà in funzione dal prossimo autunno, forse già da ottobre. L’avvio sarà accompagnato da una fase graduale di condivisione del sistema e di informazione, poiché, anche per noi, come per Ravenna, il sogno è quello non di fare multe ma di vedere passeggiare i cesenati - visitatori del nostro bel centro storico e residenti - con maggior tranquillità di quanto non accada oggi. Per questo già da settembre, avvieremo un'adeguata campagna informativa, per far capire il funzionamento del sistema, prevedendo anche incontri con i cittadini. Poi, dal momento in cui le telecamere entreranno in funzione, abbiamo previsto una fase di rodaggio di circa tre mesi. In questo periodo, l'automobilista che transiterà dai varchi senza essere autorizzato la prima volta riceverà solo un'ammonizione: la comunicazione che arriverà a casa servirà, infatti, a ricordargli che è transitato in una zona per lui vietata e che se ripeterà lo stesso comportamento sarà sanzionato”.

NO ALLA LEGALITA' SOLO A PAROLE. Sempre il sindaco e gli assessori: “Alcuni Partiti ed alcune associazioni si ergono a paladino dei cittadini, chiedendo di non rispettare le regole. In realtà è accaduto già in questi giorni non solo di critiche preventive ad “Icarus”, ma anche di commenti sarcastici per le multe a chi mantiene le proprie vetrine sfitte in condizioni indecorose (producendo un danno a tutte le altre attività commerciali ed anche una sensazione di sciatteria che crea disagio nei cittadini), per quelle a chi abbandona rifiuti fuori dai cassonetti, ed addirittura di critiche feroci per le multe ad auto in sosta, per ammissione degli stessi estensori delle note negative inviate prontamente ai nostri quotidiani, in zone nelle quali non si può parcheggiare”. A loro è indirizzato l'appello al maggiore senso civico.