La panineria gourmet 'gentile con il pianeta' che vuole dare nuova vita alla zona

Da Gordita si farà colazione, pranzo e cena perché sarà aperto dalla mattina alle 7 fino all'una di notte

Si chiama Gordita (in spagnolo "cicciottella") ed è il nuovo chiosco di ristorazione che aprirà a metà maggio nel parco Fornace Marzocchi alle Vigne, conosciuto come "La buca" o "Il bacino". E' un chiosco che può sfruttare una grande pedana di legno all'interno dello stesso parco, accessibile da via Antonio Manuzzi e a pochi passi da piazza Nullo Baldini. A vincere il bando per la gestione del chiosco è stato Trilogy Group, al quale fanno capo anche altri locali della zona come Acquadolce, il Chiosco Savelli, la Piadina del Chiosco, il Bar 45 giri e la pasticceria Pagliarani a Sant'Angelo di Gatteo.

Il sottotitolo che contraddistingue il locale, dandogli un'anima particolare, è "Gentile con il pianeta". "Perché gentile con il pianeta? - spiega Francesca, referente di Gordita - Perché Gordita è molto attenta a quello che riguarda il biologico, l'ecologico e il sostenibile. Cercheremo di essere il più possibile plastic free, a pranzo verranno servite caraffe d'acqua filtrata; siamo attenti al tipo di alimentazione, senza ovviamente estremismi, ma ci piace parlare di buon gusto che fa anche bene. Alimenti di prima qualità, prodotti di buona fattura: sono tutti elementi che fanno di una colazione o di un pranzo un vero piacere".

Da Gordita si farà colazione, pranzo e cena perché sarà aperto dalla mattina alle 7 fino all'una di notte. Il piatto principe sarà il panino gourmet che si potrà scegliere tra pesce, vegetariano ,carne e vegano. Saranno presenti anche piatti unici, tutto sempre all'insegna della qualità dei prodotti utilizzati. Sarà presente anche una "cocktail-list" preparata da Manuel Circelli, il barman principale di Acquadolce. "A livello di ricerca, Gordita è vicino ad Acquadolce, ma l'accoglienza sarà quella del Chiosco Savelli, molto informale e tranquillo. E' un locale estivo, uno può fare colazione e restare fino a pranzo a leggere o prendere il sole. E la sera faremo eventi, concerti, tutto quello che può essere d'intrattenimento". L'idea, infatti, è quella di far rivivere una zona un po' trascurata rispetto al centro storico, dove la gente vive e passeggia ma non ha luoghi importanti di intrattenimento e di divertimento. 

20190419_193859-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Tragedia al Bufalini, neonata morta: fissata l'autopsia per fare luce sul caso

Torna su
CesenaToday è in caricamento