Gatteo, bonus regionale da 100mila euro per mettere in sicurezza gli argini del Rigossa

Gatteo è infatti l’unica beneficiaria in tutta la provincia di Forlì-Cesena, insieme alla vicina Roncofreddo, degli stanziamenti regionali contro il dissesto idrogeologico deliberati nei giorni scorsi dalla giunta regionale dell’Emilia Romagna

Centomila euro dalla Regione Emilia Romagna in arrivo per consolidamento e messa in sicurezza degli argini del torrente Rigossa  a Sant’Angelo.  Gatteo è infatti l’unica beneficiaria in tutta la provincia di Forlì-Cesena, insieme alla vicina Roncofreddo, degli stanziamenti regionali contro il dissesto idrogeologico deliberati nei giorni scorsi dalla giunta regionale dell’Emilia Romagna e appena presentati dall’assessore Paola Gazzolo: un pacchetto di 46 cantieri da Piacenza a Rimini, del valore complessivo di 3 milioni e 200mila euro, per continuare l’opera di messa in sicurezza del territorio colpito dalle ultime ondate di maltempo tra interventi di consolidamento, sistemazione di strade provinciali, arginature e opere idrauliche.

“Una cifra sostanziosa per un intervento necessario - spiegano il sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi e l’assessore ai Lavori pubblici Deniel Casadei - da realizzare grazie alla sinergia tra Comune e Consorzio di bonifica della Romagna, con cui siamo impegnati da tempo tanto nel reperimento delle risorse necessarie quanto nell’attività di monitoraggio e progettazione degli  interventi. La Regione ha colto l’importanza di questo intervento e ci ha riconosciuto un contributo significativo, che ci sgrava di circa un terzo dei costi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I precedenti interventi

Le criticità del Rigossa in territorio santangiolese, infatti, sono da tempo nell’agenda delle priorità: il Comune è già intervenuto due volte, negli ultimi due anni, per tentare di limitare il rischio di esondazione con alcuni interventi correttivi. Dapprima nel 2015, in situazione di estrema urgenza dovuta agli episodi di maltempo di inizio febbraio, per la messa in sicurezza dell’argine di scolo, poi a primavera 2016 con il rinforzo di oltre dieci metri lineari di argine, nel tratto a nord dell’autostrada, costeggiato dalle omonime vie Rigossa Destra e Rigossa Sinistra. In quel frangente fu creata  una struttura di contenimento per il corso d’acqua con massi ciclopici, proseguendo l’opera di messa in sicurezza e riduzione del rischio idrogeologico già avviato a Sant’Angelo sul primo tratto di Via Allende e riuscendo così a scongiurare ogni forma di allagamento dei vicini campi agricoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • La media migliore sfiora il 9,7: ecco l'elenco completo degli studenti più bravi del liceo classico Monti

Torna su
CesenaToday è in caricamento