Elezioni regionali, le diretta di CesenaToday: tutti i dati dallo spoglio

Complice una campagna elettorale intensa e dai toni anche accesi, c'è grande attesa sul responso, anche per gli effetti sul governo nazionale. L'affluenza è stata decisamente molto alta

Stefano Bonaccini è stato confermato alla presidenza della Regione. CesenaToday ha seguito in diretta lo spoglio, una lunga maratona proseguita nella mattinata di lunedì. L’affluenza in Emilia-Romagna è stata del 67,67%, trenta punti in più rispetto al 2014. Il Pd in provincia è il primo partito, ma è testa a testa con la Lega. Quelli della Lega "mi invitavano a fare le valigie, a non provarci nemmeno - ha dichiarato Bonaccini -. Ho sempre consigliato di essere prudenti perche' l'arroganza non paga mai".

In Emilia-Romagna erano 7 i candidati in corsa per la presidenza, appoggiati da 17 liste: per il centrosinistra l’attuale presidente Bonaccini, per il centrodestra Borgonzoni, per il Movimento 5 Stelle Benini, per il Movimento 3V-Vaccini Vogliamo Verità Domenico Battaglia, per il Partito Comunista Laura Bergamini, per Potere al Popolo Marta Collot e per Altra Emilia Romagna Stefano Lugli.

Puntando al voto nazionale, ha detto Bonaccini: "la si e' voluta mettere su un altro terreno e noi abbiamo vinto anche su un altro terreno". Gli "emiliano-romagnoli non gradiscono molto che suoni ai loro campanello". E dunque grazie ai tantissimi che hanno dato una mano in questa campagna elettorale, che abbiamo affrontato col sorriso sulle labbra anche quando hanno provato ad usare argomenti che poco avevano a che fare col voto regionale. Partivamo da un -7% delle europee, abbiamo messo in campo una coalizione molto larga e molto civica. Dovevamo recuperare tante persone che erano rimaste a casa cinque anni fa. C'e' stata una partecipazione robusta, importante per la qualita' della democrazia".

LA DIRETTA ELETTORALE

Ore 14,30 L'analisi del voto in Romagna: Cesena è la più "bonacciniana"
Si chiude la diretta elettorale di CesenaToday

Ore 13.20 - Dato definitivo regionale
Bonaccini vince con il 51,42% dei voti (1.195.742), contro il 43,63% della Borgonzoni (1.014.672). A Benini va il 3,48% (80823 voti), a Battaglia lo 0,47% (10979 voti), a Bergamini lo 0,44% (10269 voti), a Collot lo 0,3% (7029 voti) e a Lugli lo 0,26% (5983 voti).

Il Pd è il primo partito col 34,69%, pari a 749.976. La Lega ha incassato 690.864 preferenze, pari al 31,95%. Il Movimento 5 Stelle non va oltre il 4,74%. Crolla Forza Italia (2,56%), mentre avanza Fratelli d'Italia (8,59%). La lista civica a sostegno di Bonaccini ha ottenuto il 5,76%, mentre quella a sostegno della Borgonzoni l'1,73%

Ore 12.40 -  Assemblea legislativa, la maggioranza
A Forli'-Cesena per il Pd passano Lia Montalti (rieletta con 8.491 preferenze) e l'ex presidente della Provincia, Massimo Bulbi. A un passo dalla rielezione rimane l'uscente Paolo Zoffoli. Per il terzo eletto, invece, la partita si gioca tra le circoscrizioni di Reggio Emilia e Forli'-Cesena. Quindi in ballo ci sono la giornalista Stefania Bondavalli (2.903 voti) e il medico Claudio Vicini (4.419). 

Ore 12 - Spinelli (Fratelli d'Italia): "Grazie per l'incredibile sostegno"
"Oggi voglio per prima cosa ringraziare tutti gli elettori del centrodestra e in particolare quelli di Fratelli d’Italia per le 1.282 preferenze accordatemi: un grande risultato davvero -  Commenta Stefano Spinelli, il candidato di Fratelli d’Italia che ha raccolto più voti nella circoscrizione di Forlì-Cesena: Purtroppo non sono stato eletto, ma FdI è diventato il terzo partito in Regione e nella Provincia di FC, dove si attesta all’8,31% (neanche 8 mesi fa alle Europee aveva preso il 4,27%). Un risultato del tutto incredibile, specie all’inizio di questa campagna. Bonaccini ha vinto anche per un importante utilizzo del voto disgiunto, soprattutto da parte degli elettori del M5S. Il M5s sembra essere stato sostanzialmente assorbito nel PD. "Cosa cambia dopo le elezioni? Purtroppo cambierà poco e nulla. L’Emilia-Romagna continuerà a essere governata dalla sinistra e si allontana l’ipotesi dell’alternanza democratica anche nella nostra Regione. Ma io continuerò a ritenere necessario e a lavorare per un reale cambiamento» promette Stefano Spinelli ai cittadini della provincia di Forlì-Cesena".

Ore 11.50 - Borgonzoni: "Inizio opposizione a Bonaccini"
"Martedì mattina penso gia' di incontrare" i consiglieri regionali di opposizione, "se riusciremo ad avere i dati di chi e' stato eletto, perche' ancora non si sanno". Lo promette Lucia Borgonzoni, che non certifica esplicitamente l'intenzione di dimettersi dal Senato per guidare l'opposizione in Emilia-Romagna, ma assicura che da subito comincera' a lavorare "con gli eletti della Lega, e mi auguro ci siano anche i dati degli altri partiti della coalizione, per iniziare a mettere giu' tutti i punti per vedere che le promesse fatte diventino in Consiglio regionale risposte vere e per tutte quelle cose che abbiamo detto andava cambiate, una su tutte la sanita'". Aggiunge Borgonzoni: "Ci saro', saro' li' insieme a tutto il gruppo della Lega per dare risposte ai cittadini. Quando un milione di persone scelgono questa coalizione e' perche' hanno scelto un'idea di regione che funzioni e sia un pochino piu' vicina alle persone in difficolta'".

Ore 11.30 - Salvini: "Il cambio è solo rimandato"
"È un passaggio, vuol dire che abbiamo fatto tanto e dobbiamo fare di piu'. Ci prepariamo a cinque anni di appassionata opposizione, per quel che mi riguarda il cambio in Emilia-Romagna e' solo rimandato", dice Salvini. "Lucia - continua Salvini - ha vinto in diversi collegi, in provincia di Rimini, Ferrara, Parma e Piacenza, con percentuali, come Lega da sola, a Piacenza del 44%,a Ferrara del 41%, a Parma del 36,5%, a Rimini del 34,5%". Aggiunge Salvini: "Faremo una festa di ringraziamento questo fine settimana, gli elettori si ringraziano sempre e comunque".

Ore 11 - Ecco la nuova assemblea legislativa
I dati elaborati assegnano 29 seggi alla maggioranza, compreso quello del presidente Bonaccini, e 21 seggi all’opposizione

Ore 10.22 - LE PREFERENZE IN ORDINE ALFABETICO
Cecilia Alagna (Emilia Romagna Coraggiosa) ha ottenuto 459 voti, Jessica Amadio (M5S) 235, Lina Amormino (Lista civica Borgonzoni) 159, Sabrina Babbi (Popolo della Famiglia) 19, Priya Baldazzi (Bonaccini Presidente) 668, Pietro Bassi (Popolo della Famiglia) 10, Sergio Basti (M5S) 98, Simone Benini (M5S) 874, Patrizia Bezzi (Bonaccini Presidente) 202, Manuela Borroni (Movimento 3 V) 18, Massimo Bulbi (Pd) 4335, Elena Buratti (+Europa-Psi-Pri) 115, Vanda Burnacci (Forza Italia) 243, Renato Cappelli (Fratelli d'Italia) 778, Patrizia Carpi (Lista civica Borgonzoni) 70, Gloria Cassinadri (Fratelli d'Italia) 315, Francesco Cembali (Giovani per l'Ambiente) 27, Andrea Cintorino (Lega) 2206, Luca Conficconi (Volt) 4, Alessandro Corbelli (L'Altra Emilia Romagna) 9, Elisa Deo (Bonaccini Presidente) 782, Gerardo Di Stasio (Potere al Popolo) 18, Samanta Fanti (L'Altra Emilia Romagna) 7, Marco Fantini (Movimento 3 V) 68, Ombretta Farneti (Lega) 2695, Emanuele Ferraro (Partito Comunista) 31, Gianfranco Fiorentini (Forza Italia) 74, Elia Fiorini (Giovani per l'Ambiente) 48, Gaetano Gerbino (Emilia Romagna Coraggiosa) 486, Mattia Giannini (Movimento 3 V) 119, Cristian Gimelli (Forza Italia) 46, Rosa Grasso (Pd) 1110, Paolo Liverani (L'Altra Emilia Romagna) 74, Sara Londrillo (Europa Verde) 104, Linda Maggiori (Europa Verde) 171, Cristina Mainetti (Potere al Popolo) 26, Chiara Mancini (L'Altra Emilia Romagna) 64, Patrizia Marchi (Popolo della Famiglia) 196, Francesco Marino (Volt) 261, Edoardo Martini (Potere al Popolo) 44, Anastasia Miconi (Partito Comunista) 15, Alberto Mingotti (Bonaccini Presidente) 43, Mirto Damiana (M5S) 117, Lia Montalti (Pd) 8491, Kitty Montemaggi (Fratelli d'Italia) 541, Lucio Moretti (Fratelli d'Italia) 373, Stefania Nicosanti (Popolo della Famiglia) 76, Anna Pagliari (Volt) 28, Vinicio Pala (Lista Civica Borgonzoni) 139, Ignazio Palazzi (Emilia Romagna Coraggiosa) 1055, Maurizio Pascucci (Europa Verde) 82, Ombretta Pecci (Forza Italia) 83, Edoardo Maria Pedrelli (+Europa-Psi-Pri) 135, Massimo Pistoia (Popolo della Famiglia) 198, Davide Pizzigati (Giovani per l'Ambiente) 24, Marco Pizzuto (Partito Comunista) 22, Massimiliano Pompignoli (Lega) 3824, Valentina Rabiti (Giovani per l'Ambiente) 14, Nicola Ravagli (Lega) 1251, Jacopo Rinaldini (L'Altra Emilia Romagna) 25, Alessandro Ronchi (Europa Verde) 298, Andrea Rossi (Borgonzoni Presidente) 241, Monica Rossi (+Europa-Psi-Pri) 181, Nicola Rossi (Forza Italia) 1239, Alessandro Ruffilli (M5S) 84, Marcello Saltarelli (Volt) 26, Sara Samorì (Pd) 3230, Nicole Santi (Giovani per l'Ambiente) 11, Emanuela Serri (Volt) 32, Paolo Severi (+Europa-Psi-Pri) 221, Enrico Sirotti Gaudenzi (Lega) 1800, Beatrice Spallaccia (Emilia Romagna Coraggiosa) 465, Maria Spinelli (+Europa-Psi-Pri) 69, Giuseppe Tolo (Europa Verde) 112, Rosaria Valenti (Potere al Popolo) 58, Veronica Verlingieri (Partito Comunista) 19, Claudio Vicini (Bonaccini Presidente) 4419, Lodovico Zanetti (Emilia Romagna Coraggiosa) 432, Paolo Zoffoli (Pd) 4236 e Noemi Zucchi (Movimento 3 V) 487.

Ore 10.15 - Confronto con le Europee a livello provinciale: sale il Pd
Nella provincia di Forlì-Cesena, alle elezioni regionale di maggio 2019 il Pd era al 30%, oggi è al 33,7%, la Lega era al 34%, cala leggermente al 32,7%, Fratelli d'Italia passa dal 4% all'8% (in pratica raddoppia i voti), il M5S crolla dal 13% al 5%, Forza Italia scende dal 6% al 2,8%.

Ore 10 - Lia Montalti batte tutti sulle preferenze

Ore 9.50 - Confronto con le Europee: exploit di Fratelli d'Italia
Facendo un confronto con le europee di maggio 2019, a Cesena il Pd era 34%, oggi conquista il 37,5%. La Lega ha un piccolo calo dal 29% al 28%, exploit di Fratelli d'Italia che passa dal 3,8% al 8,2%. Flop del M5S che passa dal 14% al 5,2%, continua la discesa di Forza Italia che passa dal 5% al 2%.

Ore 9.05 - Giovannini (sindaco Savignano): "5 anni di visione, concretezza e vicinanza a cittadini e amministratori"
"Adesso, Pres, sempre con il sorriso e instancabile passione altri 5 anni per rendere ancora più forte, bella e competitiva la nostra Emilia-Romagna. Fiero e orgoglioso di un Presidente così!"

Ore 9 - Le preferenze a Cesena
Lia Montalti del Pd ottiene ben 8.491 preferenze, Massimo Bulbi sempre del Partito Democratico ne racimola 4.335. Per la Lega Ombretta Farneti (2.695), Enrico Sirotti Gaudenzi (1800).

Ore 8.51 La sfida dei Comuni: vince Borgonzoni

Ore 8.27 - Dato definitivo provinciale: 387 sezioni scrutinate su 387
Bonaccini al 50%, Borgonzoni al 44%, Benini al 3,8%. Il Pd al 33,7%, Bonaccini Presidente 6%, Emilia Romagna Coraggiosa 2,6%, Europa verde 1,84%, + Europa Psi Pri 1,50%, Volt 0,47%. Nella coalizione di centrodestra la Lega 32%, Fratelli d'Italia 8%, Forza Italia 2,8%, Borgonzoni Presidente 1,29%, Popolo della famiglia 0,5%, Giovani per l'Ambiente 0,3%. Il Movimento 5 Stelle è al 5%. 

Tra gli altri candidati Domenico Battaglia (Movimento 3V) 0,9%, Laura Bergamini del Partito Comunista allo 0,51%, Marta Collot (Potere al Popolo) si ferma allo 0,35%, Stefano Lugli (L'Altra Emilia Romagna) 0,18%.

Ore 8.17 - Per Bonaccini anche il voto disgiunto
Stefano Bonaccini ha beneficiato anche del voto disgiunto dall'area del centrodesta e dal M5S. A livello regionale come candidato ha il 51, 4% con la coalizione al 48%. Lucia Borgonzoni come candidata presidente si ferma al 43,65%, il totale delle liste del centrodestra arriva invece al 45,4%. Simone Benini come candidato arriva al 3,47%, la lista del M5S è al 4,73%.

Ore 8.01 - A Cesena il Pd sfiora il 38%
Il dato definitivo di Cesena vede il Pd al 37,5%, tre punti percentuali in più rispetto alla media regionale (34,6%) e alla media provinciale, (33,72%). La Lega si ferma al 28,31%, tre punti in meno rispetto al dato regionale (31,96%) e cinque punti in meno rispetto a quello provinciale (33,72%). Il M5S conquista a Cesena il 5,28%, quasi un punto in più rispetto al dato regionale (4,73%) e pressochè pari al dato provinciale (5,03%).

Ore 7.54 - Per la prima volta la regione era contendibile
Le dichiarazione della candidata sconfitta Lucia Borgonzoni: "E' stata una campagna elettorale che mi ha visto girare tutta la regione, sollevare tanti problemi a cui continueremo a dare risposte come promesso. Mi spiace vedere che Bonaccini non ha perso occasione per cercare di attaccarmi e screditarmi, credo che la politica dovrebbe essere una cosa costruittiva. Noi continueremo a rispondere a tutte le esigenze delle migliaia di persone incontrate, da viabilità a sanità. E' stato un grande risultato, per la prima volta nella storia dopo 50 anni questa regione era contendibile".

Ore 7.45 - A Cesena stravince Bonaccini
Il dato definitivo di Cesena vede Bonaccini al 54,6%, vale a dire tre punti in più della media regionale (51,4%) e più di 4 di quella provinciale (49,9%), Lucia Borgonzoni si ferma al 39,36%, vale a  dire 4 punti percentuali in meno del dato regionale complessivo (43,7%). Benini dei 5 Stelle ha una performance lievemente migliore della media regionale. A Cesena, dove i 5 stelle hanno concluso la campagna elettorale Benini aegna il 4,04% (3,8% il dato regionale). Primo tra i partiti minuscoli è la lista no-vax Movimento 3V, che ottiene uno 0.87%. Il voto della sinistra radicale non si polverizza nelle 3 liste di sinistra, che in totale tutte assieme fanno l'un perento.

Ore 7.33 - A Cesenatico Borgonzoni supera Bonaccini

A Cesenatico Lucia Borgonzoni al 50,19% dei consensi con la Lega al 36,19%, Bonaccini al 42, 82% con il Partito Democratico al 29,53%, Benini al 4,67% con la lista del M5S al 5,85%.

Ore 7.08 DATO REGIONALE - 4386 sezioni scrutinate in provincia su 4520
Bonaccini è al 51,34%, mentre Borgonzoni al 43,75 e Benini al 3,45%.
Il Pd è al 34,59%, la lista civica Bonaccini Presidente al 5,80, Emilia Romagna Coraggiosa al 3,78, +Europa-Psi-Pri all'1,53, Europa Verde all''1,95, Volt 0,43. La Lega è al 31,98, FdI 8,64%, Forza Italia 2,57%, Lista civica Borgonzoni 1,73, Popolo della Famiglia 0,29%, Giovani per l'Ambiente 0,28%. Il Movimento 5 Stelle ha ottenuto il 4,71%

Ore 7.02 Damiano Zoffoli: "Noi guardiamo la realtà"
"L’Emilia Romagna ha scelto di continuare a cambiare in meglio con il suo Presidente Stefano Bonaccini. Noi guardiamo la realtà e non ci facciamo incantare dal pifferaio di turno. Grazie Presidente e buon lavoro".

Ore 7.01 Il commento di Matteo Gozzoli, sindaco di Cesenatico
"Ha vinto la speranza, la voglia di continuare a portare la nostra Regione verso il futuro, tenendo tutti insieme senza lasciare indietro nessuno - è il commento del primo cittadino rivierasco -. Hanno provato a fare una caricatura della nostra terra, ma i nostri cittadini non hanno abboccato e hanno invece confermato il buon governo del centrosinistra dell’Emilia-Romagna. Grazie, grazie, grazie Stefano Bonaccini per l’enorme lavoro che hai fatto in questi anni e in questa campagna elettorale.

Ore 6.58 PROIEZIONI SEGGI ASSEMBLEA LEGISLATIVA
Si consolida la composizione della nuova Assemblea legislativa dopo la vittoria di Stefano Bonaccini e della coalizione di centrosinistra. La seconda proiezione elaborata da esperti statistici della Regione per cronacabianca.eu assegna al Pd da 22 a 23 seggi, di cui 5 a Bologna, 3 rispettivamente a Modena e Reggio Emilia, 2 a Parma, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, 1 o 2 a Piacenza. Alla Lega, primo partito del centrodestra, spetterebbero 14 seggi, 2 per ora rispettivamente a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza e uno nelle rimanenti circoscrizioni provinciali. Fra le liste di centrosinistra conquisterebbero 3 seggi la lista Bonaccini Presidente (uno rispettivamente a Bologna e Modena e il terzo o a Reggio Emilia o a Forlì-Cesena), 2 seggi andrebbero a Emilia-Romagna Coraggiosa (Bologna e Reggio) e un seggio spetterebbe a Europa Verde nella circoscrizione di Bologna. Nella coalizione di centrodestra, inoltre, verrebbero assegnati da 2 a 3 seggi a Fdi, uno rispettivamente a Bologna e a Modena e il possibile terzo a Piacenza, mentre un seggio, a Bologna, sarebbe appannaggio sia di Fi sia della lista Borgonzoni Presidente. Infine, il M5s potrebbe ottenere da uno a 2 seggi, di cui uno a Bologna e uno o a Modena o a Reggio. Non dovrebbero ottenere seggi +Europa, Volt, Il popolo della Famiglia-Cambiamo e Giovani per l’Ambiente.

Ore 6.57 DATO PROVINCIALE - 374 sezioni scrutinate in provincia su 387
Bonaccini è al 50%, mentre Borgonzoni al 44,32 e Benini al 3,77%.
Il Pd è al 33,70%, la lista civica Bonaccini Presidente al 6,43, Emilia Romagna Coraggiosa al 2,68, +Europa-Psi-Pri all'1,50, Europa Verde all''1,86, Volt 0,48. La Lega è al 32,61, FdI 8,35%, Forza Italia 2,89%, Lista civica Borgonzoni 1,30, Pdf 0,55%, Giovani per l'Ambiente 0,30%. Il Movimento 5 Stelle ha ottenuto il 5,03%

Ore 2.00 DATO REGIONALE - 332 sezioni scrutinate in provincia su 4520
Bonaccini è al 48,33%, mentre Borgonzoni al 47,09, Benini al 3,22%.
Il Pd è al 31,86%, la lista civica Bonaccini Presidente al 5,99, Emilia Romagna Coraggiosa al 3,93, +Europa-Psi-Pri all'1,47, Europa Verde all''1,76, Volt 0,41
La Lega è al 34,56, FdI 9,35%, Forza Italia 2,68%, Lista civica Borgonzoni 1,61, Pdf 0,16%, Giovani per l'Ambiente 0,31%
Movimento 5 Stelle 4,29%

Ore 1.58 Parla Lucia Borgonzoni
"Mi dispiace che Bonaccini non abbia perso l'occasione per non screditarmi. Noi risponderemo alle esigenze delle migliaia delle persone che abbiamo incontrato e che si attendono risposte dalla Lega. Per la prima volta nella storia questa storia era contendibile".

Ore 1.58 DATO PROVINCIALE - 40 sezioni scrutinate in provincia su 387
Bonaccini è al 48,87%, mentre Borgonzoni al 45,19, Benini al 3,71%.
Il Pd è al 33,04%, la lista civica Bonaccini Presidente al 5,92, Emilia Romagna Coraggiosa al 2,82, +Europa-Psi-Pri all'1,81, Europa Verde all''1,76, Volt 0,35
La Lega è al 32,87, FdI 9,26%, Forza Italia 2,68%, Lista civica Borgonzoni 1,35, Pdf 0,46%, Giovani per l'Ambiente 0,23%
Movimento 5 Stelle 4,77%

Ora 1.48 Bonaccini annuncia una festa in Piazza Grande a Modena
"Insieme ai 300 candidati delle sei liste. A tutti loro il mio ringraziamento. Abbiamo davanti cinque anni e chi mi conosce sa che vorrò ripartire immediatamente con una squadra di governo. E ogni promessa è debito. E speriamo che l'Italia assomigli un po' di più all'Emilia Romagna".

Ore 1.47 Bonaccini: "Grazie a chi mi ha dato una mano. Ci eravamo dimenticati di andare nelle piazze"
"Abbiamo vinto con proposte di governo e immaginando una regione che guardasse i suoi difetti, al fine di migliorarsi. Da poverissima dopo il dopoguerra è diventata tra le migliori in qualità della vita. 75 anni, quando ci hanno liberato, si è potuto costruire una storia che ci portati ad essere ciò che siamo".

Ore 1.45 Bonaccini: "Partecipazione robusta al voto"
"Più gente va al voto e più si rafforza la qualità della democrazia. E' un risultato molto rilevante. Ci sono metri d'interviste di esponenti della Lega che mi invitavano a fare le valige. E dopo la mancata alleanza con la M5S una possibile partita da non giocare. Ma l'arroganza non paga. Ci si è voluti mettere su un altro terreno e noi abbiamo vinto anche su quel terreno. La scelta di usare l'Emilia Romagna per altri fini gli emiliano-romagnoli l'hanno capita. Abbiamo portato sul campo gli argomenti, altri hanno scelto un campo completamente diverso, cercando show, persino suonando i campanelli.

Ore 1.42 Bonaccini in conferenza stampa.
"Grazie ai tantissimi che hanno dato una mano in questa straordinaria campagna elettorale, affrontata con serenità, tranquillità e sorriso sulle labbra. Partivamo da un -7% alle elezioni europee, abbiamo lavorato per una coalizione ampia e civica. Ringrazio le sei liste. Tanta gente ci ha messo la faccia. Oltre 200 sindaci".

Ore 1.36  - Benini risponde a salvini: "Non scompare il M5S, ma Forza Italia"
"Chi sparisce non è il Movimento 5 stelle, che è in linea con le aspettative al 6% di lista. Sparisce, in Emilia-Romagna, Forza Italia al 2%". Così, il candidato del M5s al governo della Regione, Simone Benini, ha risposto su Facebook alle dichiarazioni del leader del Carroccio, Matteo Salvini, che in conferenza stampa, riguardo alle regionali, ha detto che il M5s "scompare". "Grazie a tutti - prosegue Benini - e ora le sentinelle utili sotto con i temi: autobus gratuiti, 4.5 milioni di alberi, riapertura punti nascite , legge acqua pubblica, riconversione ecologica, nessuna deroga alla legge azzardo".

Ore 1.25 - Massiccio ricorso al voto disgiunto per Bonaccini
Secondo la lettura delle proiezioni Rai, Bonaccini beneficia del voto disgiunto per circa un 4% dell'elettorato, circa la metà proveniente dal centro-destra e l'altra metà dal M5S.

Ore 1.23 - Primi dati dallo spoglio a Cesena
Nel Comune di Cesena, con 8 sezioni scrutinate su 98, il Pd è al 36,25%, la Lega è al 26,4%, Fratelli d'Italia al 9,9%, Lista Bonaccini al 7,6%.

Ore 01.06 - Lega e Pd al 31%, bene Fratelli d'Italia, crolla Forza Italia
Queste le proiezioni Rai con una copertura del campione del 18%, a cura del consorzio "Opinio". Secondo tali dati la Lega è il primo partito in Emilia-Romagna col 31,7%, il Pd distante di pochissimo al 31,3%. Fratelli d'Italia è la terza forza in Emilia-Romagna con il 9,7%. La lista di Bonaccini (con dentro personalità di Italia Viva e Italia in Comune) al 5,9%. C'è poi il Movimento 5 Stelle al 5,2%, Emilia-Romagna coraggiosa 3,7%, Forza Italia 3%, Europa verde 2,5%, Borgonzoni presidente, +europa 1,6%

Ore 00.54 - Parla il segretario Pd Nicola Zingaretti: "Grazie alle sardine"
La prima dichiarazione è di Nicola Zingaretti: "​voglio dare un grande abbraccio a Stefano Bonaccini, che ha fatto una campagna eroica, da bravo presidente qual è. Dobbiamo anche dire un immenso grazie al movimento delle Sardine, è giusto dirlo. L'aumento dei votanti è figlio di questa scossa positiva, di fronte alla cultura dell'odio di un destra estremista. Siamo contenti dei risultati del Pd, oggi Matteo Salvini ha perso le elezioni, voleva la spallata al governo. Era Salvini che voleva dare un aspetto politico a questo voto e il tentativo è fallito. Il Pd si rivela il pilastro fondamentale, e non vogliamo esserlo da soli, per ricostruire un campo di forze politiche, economiche e culturali. Non si può che esprimere soddisfazione. Gli emiliano-romagnoli continernno ad avere un grande presidente".

Ore 00.40 - Lelli (Pri): "Valutazione positiva"
Scrive in un comunicato Renato Lelli: "Il PRI dell’Emilia Romagna valuta positivamente il risultato che si sta manifestando per l’elezione del governatore della Regione.  La regione Emilia Romagna è al top per quel che riguarda PIL, percentuale occupati, export e qualità del sistema sanitario pubblico; negli ultimi cinque anni si è avuto un balzo in avanti che ha permesso di raggiungere i livelli attuali di crescita sociale ed economica. L’elettorato ha valutato che l’alta qualità della vita raggiunta su questo territorio meritasse di essere confermata ed ha votato Bonaccini affinchè continuasse nella strada intrapresa, cercando un ulteriore miglioramento. I repubblicani hanno sostenuto tutto questo schierandosi al fianco di Bonaccini, tant’ è che hanno voluto manifestare il loro sostegno in maniera significativa alla iniziativa di chiusura della campagna elettorale di tutta la coalizione di centro sinistra che si è tenuta a Forlì, con la presenza dell’on. Giorgio La Malfa al fianco del segretario regionale Renato Lelli. Nelle prossime ore valuteranno il risultato della lista di cui sono parte “Più Europa – PSI – PRI” ringraziando fin d’ora l’elettorato che ha sostenuto questa proposta ed i candidati che in prima persona si sono impegnati nella campagna elettorale".

Ore 00.36 - Berlusconi: "In Emilia vittoria culturale"
In diretta telefonica con la candidata vincente in Calabria Silvio Berlusconi ha parlato anche dell'Emilia-Romagna: "In Emilia conseguita una vittoria culturale, la sinistra non riesce più neanche a parlare al suo blocco sociale di riferimento"

Ore 00.33 - Salvini cita Ranchio in diretta Rai
In un passo del suo discorso, elencando i tanti posti visitati, Salvini cita anche la piccola frazione appenninica di Ranchio, definendola, assieme agli altri posti, "luoghi da scoprire".

Ore 00.30 - Ha parlato Matteo Salvini
Matteo Salvini è stato il primo politico a commentare i dati, ancora molto provvisori: “Ci tenevo a dire grazie anzitutto ai milioni di persone che hanno votato. Gaber diceva ‘libertà è partecipazione’, oggi chi ha partecipato si è fatto carico di un pezzettino del futuro del nostro Paese. Io, avendoci messo sangue, anima, fatica e ascolto, avendo fatto migliaia di chilometri, mi prendo un pezzettino di merito per aver ri-coinvolto così tante persone. In Emilia-Romagna è stata una cavalcata eccezionale e commovente, avere una partita aperta è già un'emozione dato che dopo 70 anni in Emilia-Romagna c’è stata una battaglia, da quando ci sono le elezioni in Emilia-Romagna la partita era chiusa ancora prima di cominciare. Chiunque vincerà, che si chiami Lucia o Stefano ha meritato di vincere. Lucia in quanto donna ha subito attacchi squalificanti. Uno dei due alleati di governo, il M5s, sostanzialmente scompare in una delle regioni in cui è nato, qualcosa domani a Roma cambierà”.

Ore 00.10 - Annunciate dichiarazioni di Matteo Salvini
Fibrillazione in stala stampa all'annuncio che Matteo Salvini sarebbe sceso per delle dichiarazioni alla tv. Un gesto del tutto inconsueto, tenuto conto della modesta forbice tra Bonaccini e Borgonzoni

Ore 00.07 - Definitivo dell'affluenza in provincia di Forlì-Cesena: 67,50%
Hanno votato due elettori su tre nella provincia di Forlì-Cesena

Ore 00.03 - Più prudenti le proiezioni Rai elaborate dal consorzio 'Opinio'.
econdo tali proiezioni, con copertura del campione al 6% Stefano Bonaccini è al 48,2%, Lucia Borgonzoni al 45,9%, Simone Benini 4,3%. Quindi appena due punti di scarto tra i due candidati più votati.

Più prudenti le proiezioni Rai elaborate dal consorzio 'Opinio'. Secondo tali proiezioni, con copertura del campione al 6% Stefano Bonaccini è al 48,2%, Lucia Borgonzoni al 45,9%, Simone Benini 4,3%. Quindi appena due punti di scarto tra i due candidati più votati.

Ore 23.56 - Prima proiezione Swg per La7. Anche la Lega al 31%
Lega 31%, FdI 8,3%, Forza Italia 2,7%, Borgonzoni Presidente 2.1%, Giovani e Ambiente 0,6%, Popolo della Famiglia 0.2%. La coalizione di centrodestra totalizza il 44,9%. Copertura del dato all'8%: 

Ore 23.50. Le prime proiezioni: Pd oltre al 31%
Le prime proiezioni Swg per La7, con copertura 8%. Secondo queste proiezioni Bonaccini è al 51,8%. questi i dati provvisori della coalizione: Pd 31,2%, Lista Bonaccini presidente 7,4%, Emilia Romagna Coraggiosa 4,4%, Europa Verde 2,8%, Più Europa 1,3%, Volt 0,5%.

Ore 23.45 - L'affluenza definitiva a Cesena
Alta l’affluenza dei seggi a Cesena con il 68,68% dei votanti (contro il 38,61% del 2014). Hanno espresso la propria preferenza 26.706 uomini e 27.238 donne

Ore 23.34 - Secondo exit poll Rai: si allarga il divario di Bonaccini
Un secondo exit poll della trasmissione "Porta a porta" indica Stefano Bonaccini 48-52%, Lucia Borgonzoni 43-47%, Stefano Benini 2-5%. La differenza tra il candidato di centro-sinistra e centro-destra è quindi del 5% sulla mediana della forchetta, secondo l'exit poll.

Ore 23.25 - Le affluenze nei comuni più piccoli
A San Mauro Pascoli 66,9% di affluenza definitiva; Sarsina al 67,5%; Sogliano 65,6%, Verghereto 66,8%, Savignano 65,8%

Ore 23.24 - Roncofreddo affluenza al 71%
Il comune  del candidato del Pd Massimo Bulbi è quello del cesenate che ha segnato l'affluenza più alta.

Ore 23.21 - Prime dichiarazioni di Bonaccini sui social
Così il presidente uscente Stefano Bonaccini: "Grazie a tutte le persone che hanno lavorato e stanno lavorando nei comuni e nei seggi: presidenti, segretari, scrutatori, rappresentanti di lista, dipendenti comunali e forze dell'ordine. In modo ordinato e accogliendoci con un sorriso ci hanno permesso di esercitare la democrazia".

Ore 23.17 - Le affluenze definitive nei primi comuni
Affluenza definitiva a Bagno di Romagna 67,2%; Borghi 59,9%, Cesenatico 66,3%, Gambettola 67,5%, Gatteo 64,5%, Mercato Saraceno 67,21%

Ore 23.05 - Primi exit poll Rai: Bonaccini compreso tra una forbice tra il 47 e il 51%, Lucia Borgonzoni 44-48%, Simone Benini 2-5%

Ore 23.01 - Urne chiuse, parte lo spoglio delle schede

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

Torna su
CesenaToday è in caricamento