E45, Baccini annuncia la svolta: "La Procura ha dato l'ok alla riapertura parziale ma non è sufficiente". Atteso un sopralluogo del ministro Toninelli

Il sindaco di Bagno di Romagna: "La Procura sta notificando il provvedimento ad Anas, avrà effetto immediato. Nelle prossime ore la riapertura al traffico leggero"

La notizia si attendeva da diversi giorni, dopo il sequestro del Viadotto del Puleto lo scorso 16 gennaio, ora arriva finalmente la riapertura parziale della E45, limitata al traffico leggero. L'arteria è stata chiusa per 28 giorni. Ad annunciarlo il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini. "E' arrivata la decisione della Procura, il provvedimento è in fase di notifica ad Anas. Il decreto avrà effetto immediato, quindi già nelle prossime ore ci potrebbe essere la riapertura della strada".

I tecnici della procura hanno quindi ritenuto che Anas abbia osservato le prescrizioni di sicurezza richieste e la Procura di Arezzo ha dato il via libera alla riapertura parziale, limitata ai mezzi fino a 3,5 tonnellate. "Il punto è proprio questo - sottolinea il sindaco di Bagno di Romagna - sia io come vice presidente dell'Unione Valle Savio che Paolo Lucchi, presidente, siamo contenti per questa decisione, ma ovviamente non è sufficiente. Rimane il problema del blocco dei mezzi pesanti, che è quello che incide fortemente e negativamente sull'economia locale". "Per questo - conclude Baccini - la manifestazione del 16 febbraio a Canili è confermata, perché questo provvedimento, per quanto positivo, non basta a risolvere l'emergenza che ha colpito il nostro territorio". L'apertura è avvenuta 16. Saranno attivati filtri e controlli da parte del personale Anas e delle forze dell’ordine. "Una buona notizia", scrive su Twitter il ministro dei trasporti Danilo Toninelli, annunciando per venerdì prossimo un suo sopralluogo sul ponte Puleto.

Indicazioni sui mezzi pesanti

Per i mezzi pesanti in transito sulla E45 la viabilità alternativa per le lunghe percorrenze sulla direttrice Orte-Cesena è costituita dalle autostrade A1 “Autostrada del Sole” (Roma-Firenze-Bologna) e A14 “Adriatica” (Ancona-Cesena). In particolare, per i mezzi pesanti in direzione Cesena l’autostrada A1 è raggiungibile da Perugia tramite il raccordo Perugia-Bettolle in direzione Firenze (innesto al km 69) e da Sansepolcro (AR) tramite la SS73 con uscita allo svincolo di Sansepolcro Sud in direzione Arezzo. L’autostrada A14 è invece raggiungibile da Perugia tramite la direttrice Perugia-Ancona (SS318 e SS76) con uscita allo svincolo “Ancona-Valfabbrica” (km 74) e da Umbertide con uscita allo svincolo Gubbio/Umbertide e percorrenza della SS219. In alternativa è inoltre possibile raggiungere Fano (innesto A14) percorrendo la SS219 fino a Gubbio, la SS452 “della Contessa” e la SS3 “Flaminia” fino a Fossombrone e infine la SS73bis fino a Fano. Per i mezzi pesanti diretti sulla viabilità locale a Pieve Santo Stefano, l’ultima uscita utile è allo svincolo di Valsavignone in direzione Cesena, mentre per i mezzi pesanti diretti sulla viabilità locale a Verghereto, l’ultima uscita utile è allo svincolo di Verghereto in direzione Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

Torna su
CesenaToday è in caricamento