E45, Pompignoli (Lega): "Assenza giustificata, vostro Tavolo è una passerella elettorale"

Il consigliere regionale: "Tavolo sull'emergenza è stato trasformato in una passerella politico-elettorale"

“I contenuti della lettera dei sindaci della Valle del Savio non lasciano dubbi sul vero obiettivo di tanta acrimonia, tanto sono infondati, inammissibili, soprattutto perché arrivano da alcuni amministratori locali che hanno 'fomentato' strumentalmente, in chiave elettorale e antigovernativa, il legittimo scontento dei residenti, dei lavoratori e delle aziende”.

E' molto dura la replica di Massimiliano Pompignoli, consigliere regionale della Lega, alla missiva dei sindaci della Valle del Savio che sollecitavano un impegno dei parlamentari del territorio, per sbloccare la situazione dell'E45.

“Stupisce, infatti, che questi amministratori non abbiano usato la stessa solerzia negli anni scorsi. Ricordiamo, infatti, che governo e maggioranza dem, compresi i parlamentari Lattuca e Di Maio, approvarono nel 2015 una mozione a firma Pd che riduceva l’E45 a infrastruttura ordinaria, cancellandola dalle Grandi Opere, quindi affidandone eventuali lavori a iter normali, mentre solo la Lega votò a favore del mantenimento dell’arteria come opera strategica.  Come mai, ci si chiede, i sindaci dell’Unione e, in particolare, il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, non si mossero contro questa decisione e perché mai, nel 2016, non sollecitarono con altrettanta solerzia Delrio e i parlamentari Pd a concretizzare in fretta le promesse di interventi sull’arteria ‘in tempi brevi’? Ci fu forse un ‘vuoto di attenzione e di interesse’ da parte loro per non disturbare i Governi a guida Pd? E' certo che non è da addebitare all’attuale governo, operativo da una decina di mesi, qualunque responsabilità sullo stato dellì’E45. E, anzi, da quello che emerge, sappiamo bene dove stiano le cause della disattenzione nei confronti di un problema che, oggi, lo sappiamo, è assurto drammaticamente al centro dell’attenzione del nuovo Governo”.

Pompignoli giustifica “l’assenza dal vostro Tavolo trasformato in una passerella politico/elettorale. Se i sindaci dell’Unione avessero davvero inteso trovare la strada per avere risposte concrete in tempi utili, avrebbero certamente tenuto comportamenti diversi e più costruttivi. Chiunque è libero, ovviamente, di aderire a proteste, blocchi e quant’altro, nella consapevolezza, tuttavia, di come si sono svolti i fatti, dei tempi necessari per mettere a punto i provvedimenti, degli iter indispensabili. Sia certo a tutti che il problema dell’E45 e le conseguenze dell’interruzione sono al centro del nostro interesse e che non lasceremo nulla di intentato per risolverlo. Attenzione, tuttavia, a chi semina zizzania, minacciando iniziative di cui si dovrà assumere ogni responsabilità. Queste sono le strade strumentali della propaganda. I percorsi istituzionali e amministrativi da intraprendere per avere risposte sono altri e certamente la Lega li utilizzerà fino in fondo proprio per dare seguito concretamente alle esigenze del territorio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • Per chi culla il sogno di comprare casa, la banca apre le porte col "Mutuo Day"

  • Ubriaco al volante va prendere il figlio a scuola, denuncia e ritiro della patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento