E45, stipulato l'appalto per i lavori di manutenzione: accordo da 13 milioni di euro

Il contratto, che ha un valore massimo di 13 milioni di euro, prevede interventi mirati alla conservazione e al consolidamento statico

Anas, Gruppo Fs Italiane, ha stipulato il contratto d’appalto, relativo al lotto numero 3 della procedura di gara DG 36/17, finalizzato agli interventi di manutenzione straordinaria per il risanamento strutturale di ponti, viadotti e gallerie del tratto di E45 sul territorio dell’Emilia Romagna.

Il contratto, che ha un valore massimo di 13 milioni di euro, prevede interventi mirati alla conservazione e al consolidamento statico e sarà eseguito in regime di accordo quadro. L’impresa aggiudicataria è risultata la RTI Fortuna Costruzioni Generali.

"L’utilizzo dell’accordo quadro quale strumento contrattuale, consente di avviare i lavori con la massima tempestività nel momento in cui si manifesta il bisogno, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmio di tempo e maggiore efficienza", spiega Anas.

La durata massima dell’accordo quadro è fissata in 36 mesi, ovvero fino all’esaurimento del corrispettivo massimo previsto e fa parte di un appalto suddiviso in 5 lotti, per un ammontare complessivo massimo di 80 milioni di euro, che riguarda l’intero itinerario E45/E55.

Le reazioni della politica

“Guardiamo con grande soddisfazione la notizia dell’appalto da 13 milioni che Anas ha stipulato per interventi di manutenzione straordinaria di ponti, viadotti e gallerie nel tratto dell’E45 che attraversa il territorio romagnolo”. Lo dichiarano congiuntamente Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, e Enrico Cangini, sindaco di Sarsina: “Si tratta di un segnale chiarissimo di attenzione per questa arteria strategica per il nostro territorio e per i collegamenti dal centro Italia al nord e viceversa. Ribadiamo poi il nostro massimo impegno a cercare di risolvere tutta la partita che riguarda l’interruzione del viadotto del Puleto e i conseguenti danni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si accontenta di poco l’onorevole Morrone, tornato sulla scena dopo aver evitato per settimane il confronto con Sindaci, imprese e lavoratori e non aver mai risposto a una sola delle tante lettere inviategli attraverso i canali istituzionali, festeggiando per la notizia (peraltro già nota) che Anas investirà 13 milioni di euro nei tratti di sua competenza dell’Emilia-Romagna. Già un anno fa circa Anas annunció un piano di investimenti sulla E45 di 1,2 miliardi di euro (messi a disposizione dal Governo Gentiloni, peraltro) ed oggi sta iniziando a spenderli". A replicare al segretario leghista sono Paolo Lucchi, presidente dell’Unione dei Comuni Valle Savio, e Marco Baccini, vicepresidente dell’Unione dei Comuni Valle Savio: "Ma il “buco” vero continua a restare quello delle risorse per lavoratori e imprese. Su questo Morrone naturalmente tace, dopo aver garantito che nei tre decreti sino ad ora predisposti dal Governo (“Quota 100”, “Crescita” e “Sblocca cantieri”) sarebbero stati messi a disposizione i 10 milioni di euro per provare a reggere la vera emergenza: quella di lavoratori costretti a riduzioni d’orario e ferie obbligate, di imprenditori (soprattutto turistiche e del settore dell’autotrasporto) che hanno visto il proprio fatturato crollare e che tremano pensando alla crisi certa dei prossimi mesi. Su questo attendiamo risposte dal Governo e non da Anas, che fa il suo mestiere meglio degli esponenti romagnoli del Governo. Vogliamo infatti ricordare a Morrone come ad oggi l’Unione Comuni Valle Savio possa contare solo sui 500mila euro messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna per non lasciare soli i cittadini che stanno vivendo come un dramma economico e sociale la chiusura dell’E45, oltre 70mila euro finanziati dal bilancio dell’Unione per sostenere i costi del trasporto scolastico tra le due regioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • La media migliore sfiora il 9,7: ecco l'elenco completo degli studenti più bravi del liceo classico Monti

Torna su
CesenaToday è in caricamento