Usava il bar come centrale dello spaccio, snidato dal cane antidroga dei carabinieri

Il bar in cui lavorava come dipendente era diventata la base dello spaccio di droga. A snidarlo è stato il cane anti-droga dei carabinieri

Il bar in cui lavorava come dipendente era diventata la base dello spaccio di droga. A snidarlo è stato il cane anti-droga dei carabinieri, nel corso di un controllo del territorio per la repressione dello spaccio di stupefacenti messo in atto nelle giornate di venerdì e sabato scorsi dai militari del nucleo radiomobile della compagnia di Cesenatico. Tra le varie verifiche effettuate, anche quella in un bar di Savignano dove, secondo gli inquirenti, operava un giovane barista di 19 anni di Gatteo, trovato con circa un etto di marijuana, bilancino di precisione e circa 500 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. Il tutto, compreso il denaro, è finito sequestrato.

Secondo gli investigatori l'attività di spaccio avveniva nel bar, all'insaputa del titolare. Il 19enne è stato messo agli arresti domiciliari e processato già sabato mattina per direttissima, al Tribunale di Forlì. E' stato quindi condannato a 8 mesi di reclusione, con la sospensione della pena data l'incensuratezza.

spaccio droga bar-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

Torna su
CesenaToday è in caricamento