Cesenatico, Confartigianato donerà una plancia storica alla città

Confartigianato la donerà alla città, come due anni è stata donata la cancellata attorno al monumento di Garibaldi, che esisteva in passato e fu perduta durante gli anni del secondo conflitto bellico

Un plancia realizzata artigianalmente con una foto storica e identitaria di Cesenatico che verrà posta nei pressi del Municipio, nella sponda di Ponente del portocanale, attrattiva del paese turistico e nucleo vivente della storia urbana. Confartigianato la donerà alla città, come due anni è stata donata la cancellata attorno al monumento di Garibaldi, che esisteva in passato e fu perduta durante gli anni del secondo conflitto bellico. "In futuro ci prefiggiamo di disseminare l'area storica di Cesenatico di altri segnali che richiamino il nostro comune passato e il contributo che gli artigiani hanno dato alla coesione sociale - commenta Lorena Fantozzi, presidente Confartigianato Cesenatico e membro del Gruppo di Presidenza Confartigianato cesenate -. La celebrazione del 70° di Cesenatico al Museo della Marineria di sabato è stata meravigliosa: organizzazione perfetta: grande partecipazione, artigiani imprenditori felici e come a casa loro, un luogo che per ritrovarsi a festeggiare migliore non poteva essere: il Museo della Marineria, la capitale dell’identità di Cesenatico a cui, nel suo piccolo, Confartigianato concorre".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sabato è stata anche una festa delle famiglie - continua Fantozzi -. c’erano tanti artigiani accompagnati da familiari: consorti, figli, nipoti ed è stato arricchente percepire l’orgoglio e la fierezza dei premiati, ma anche dei loro cari, per la capacità di aver svolto e svolgere a regola d’arte un mestiere così importante, non solo per la gratificazione di se stessi, ma anche e soprattutto a beneficio della comunità e di Cesenatico. C'era il sindaco Matteo Gozzoli a ricordarci che 70 anni fa non nascemmo solo noi come associazione (Cesenatico dapprima fu servita dagli uffici di Cesena che aprirono nel '46, fino a che nei primi anni Sessanta sorse la prima sede) ma anche la Repubblica: siamo molto orgogliosi di essere nati, cresciuti e maturati, non invecchiati (lo saremo magari, ma non è detto, quando compiremo 500 anni) dentro la storia repubblicana del nostro paese. Italiani e artigiani. Il brindisi che abbiamo fatto alzando i calci è per il nostro futuro: ci attendono tante sfide dure, a volte sembra di correre una gara ad ostacoli tanto pungenti sono la pressione fiscale e la  burocrazia, ma le piccole imprese sono la spina dorsale del territorio e del paese e noi vogliamo esserlo ancora di più, oggi e negli anni a venire. Il brindisi che abbiamo fatto tutti insieme levando i calci è per il nostro futuro che vogliamo costruire insieme".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Fu dimora di un artista cesenate emigrato negli Usa, ora la villa restaurata si apre ai turisti

  • La media migliore sfiora il 9,7: ecco l'elenco completo degli studenti più bravi del liceo classico Monti

  • Il virus torna a farsi vedere, 3 nuovi casi nel Cesenate: un bimbo positivo al centro estivo

  • Coronavirus, nessun decesso ma cinque nuovi casi nel cesenate

Torna su
CesenaToday è in caricamento