Destinazione Romagna, fondi regionali per 50 progetti di promozione del territorio

La Giunta regionale ha approvato la graduatoria delle imprese che partecipano alla promozione delle Destinazioni Turistiche, In arrivo tre milioni

Motori, wellness, sport, relax, cibo, musica, ballo, cultura. E con un occhio particolare alle diverse esigenze dei viaggiatori: che siano bambini, adulti o famiglie. 

L’Emilia-Romagna del turismo si presenta con 70 nuovi progetti, finanziati con 3 milioni di euro dalla Regione, per promuovere in Italia e all’estero, un territorio indicato, lo scorso anno dalla prestigiosa guida Lonely Planet, come miglior meta di viaggio in Europa.  
La graduatoria dei progetti è stata approvata in questi giorni dalla Giunta regionale, che ha quindi definito quali saranno le imprese partecipanti – anche in forma associata – ai programmi delle Destinazioni turistiche e che beneficeranno dei contributi del piano di cofinanziamento per la promo-commercializzazione turistica.

"Con questo pacchetto da 3 milioni di euro entriamo nel vivo della promozione e della commercializzazione dell’intera Emilia-Romagna- afferma l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini-. Si tratta di 70 progetti, frutto della sinergia tra pubblico e privato, in grado di muovere risorse per quasi 11 milioni di euro e di dare una forte spinta alla promo-commercializzazione del nostro territorio sui mercati nazionali e internazionali. Un’iniezione di fondi necessaria per sostenere in Italia e all’estero l’industria del turismo emiliano-romagnola, motore, sempre più importante, della nostra economia".

I progetti potranno beneficiare, a seconda della fascia di valutazione attribuita, di un contributo variabile tra il 20 e il 35 per cento del loro costo. Dei 70 progetti inseriti in graduatoria, 50 sono della Destinazione Romagna e interessano le province di Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena e Ferrara; 11 sono i progetti della Città metropolitana di Bologna, che comprende anche Modena; 9 infine quelli della Destinazione Emilia che interessano le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia.

Le Destinazioni turistiche

La Legge regionale n. 4 del 2016 sull’ordinamento turistico dell’Emilia-Romagna, ha istituito tre Destinazioni turistiche che hanno l’obiettivo di sviluppare iniziative di promozione e valorizzazione dei territori e sostenere azioni promo-commerciali realizzate dagli operatori privati. Si tratta di Città metropolitana di Bologna - che comprende anche Modena -, Romagna (che comprende le province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) ed Emilia (che include le province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia).

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco come tenerle lontane

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • Invitata al matrimonio estivo? Ecco i consigli sull'abbigliamento ideale

  • Non solo Malatestiana: tutte le biblioteche di Cesena

I più letti della settimana

  • Alta concentrazione di batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione

  • Trenta pecore sbranate dai lupi: "Abbiamo paura anche per la nostra sicurezza"

  • Eleganza sui banchi del mercato, con il figlio la tradizione continua anche in negozio

  • Camion a rimorchio si ribalta: "Ennesimo incidente, strada stretta e pericolosa"

  • Violento scontro auto-moto sulla via Emilia: padre e figlio finiscono a terra

  • Tenta di rubare un televisore, arrestato nel parcheggio: scatta anche la sospensione del reddito di cittadinanza

Torna su
CesenaToday è in caricamento