Da Ridracoli l’85% dell’acqua consumata in luglio a Cesena

Commenta il sindaco: "Questi dati forniti da Romagna Acque ci confermano che la situazione nella nostra realtà è ancora abbastanza buona"

Anche a luglio, nonostante la perdurante siccità, la stragrande maggioranza dell’acqua consumata dai cesenati è arrivata dall’invaso di Ridracoli. E’ quanto emerge dai dati mensili messi a disposizione da Romagna Acque e appena pubblicati sul sito del Comune di Cesena. Al uglio sono stati infatti erogati a Cesena complessivamente 762.090 metri cubi d’acqua (oltre 20mila in più rispetto al mese precedente). Di questi, dall’invaso appenninico  sono arrivati 646.195 metri cubi, pari al 85% del totale (registrando addirittura l’aumento di 1 punto percentuale rispetto alla copertura del mese di giugno) mentre i restanti 115.895 metri cubi (pari al 15%) sono stati prelevati dai pozzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Romagna Acque ricorda che, "per migliorare la risorsa idrica fornita alla città, da tempo si procede, mediante apposito by – pass, a miscelare l’acqua dei pozzi con quella di Ridracoli: dall’inizio del’anno a luglio sono stati 529.813 i metri cubi d’acqua sottoposti a questo procedimento ed immessi nella rete dell'Acquedotto della Romagna". "Di fronte a un’emergenza siccità che sta interessando l’intero territorio nazionale e che sta avendo gravi ripercussioni su vari settori, a cominciare dall’agricoltura - sottolinea il sindaco Paolo Lucchi -, questi dati forniti da Romagna Acque ci confermano che la situazione nella nostra realtà è ancora abbastanza buona (anche grazie alle scelte lungimiranti fatte in passato), ben lontana dal rischio di razionamento che incombe su altre città italiane. Tuttavia, non possiamo abbassare la guardia, e anzi ci prepariamo a varare misure specifiche per limitare il consumo dell’acqua potabile per usi non domestici, sulla scorta delle ordinanze già varate in altri anni particolarmente siccitosi. Al contempo invitiamo i cittadini ad un utilizzo parsimonioso e responsabile della risorsa acqua, nella convinzione che una goccia risparmiata da ciascun singolo possa diventare un mare di acqua risparmiata per l’intera collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

  • Gozzoli: "Troppi assembramenti, penso di stoppare il take away. Notte Rosa? Sarà rivoluzionata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento