"Un Mare da Kurare", un convegno per conoscerne lo stato di salute e rispettarlo

Molti relatori prestigiosi dibatteranno su questo tema di grande attualità per puntare i riflettori sullo stato di salute del nostro mare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Avete mai pensato di tuffarvi nelle profondità del mare per scoprirne le bellezze nel silenzio e nella pace più assoluta e trovare invece una grande quantità di rifiuti? L’accumulo di rifiuti plastici in mare è diventata ormai una preoccupazione crescente a livello mondiale e di questo si parlerà nel convegno scientifico dal titolo “Un Mare da Kurare: conoscere il mare per rispettarlo” che si terrà sabato 11/5/19 presso la Sala Convegni del Palazzo del Turismo di Cesenatico – Via Roma 112 – alle ore 17.00.

Molti relatori prestigiosi dibatteranno su questo tema di grande attualità per puntare i riflettori sullo stato di salute del nostro mare e per capire quale importante ruolo può svolgere il subacqueo nella tutela e nella conservazione di questo particolare paziente che sembra a tratti ormai agonizzante! A promuovere questa iniziativa è il neonato Coordinamento Romagna Sub (CRS) che nasce dall’unione di scuole, gruppi e associazioni della Romagna che hanno in comune la passione per la subacquea e il grande amore per il mare e che condividono un grande e ambizioso obiettivo: la divulgazione della tutela e della salvaguardia dell’ambiente marino.

È con questi presupposti che le 18 realtà romagnole che hanno dato vita a questo nuovo progetto di Coordinamento si presentano per la prima volta sabato 11/5/19 di fronte a un pubblico che si auspica molto numeroso. La realizzazione dell’intera manifestazione è stata possibile grazie alla preziosa e costante collaborazione del Comune di Cesenatico e al patrocinio della Regione Emilia Romagna. Quando gruppi diversi tra loro si uniscono non può che nascere qualcosa di bello e particolare allo stesso tempo: l’auspicio è che la passione dei subacquei del CRS possa trasformarsi in energia esplosiva e contaminante per diffondere la cultura del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente.

Torna su
CesenaToday è in caricamento