Consulente aziendale a 48 anni cambia tutto e diventa gelataia: "Amo metterci le erbe aromatiche"

Presa la decisione ha iniziato a guardarsi in giro e ha cercato il corso per gelatai più strutturato sul mercato: è andata a Brescia lasciando figli e marito di stucco

In fondo cos'ha da spartire la professione di consulente nella formazione aziendale in ambito del benessere col lavoro di gelataio? Oltre a quella dose di psicologia che serve in tutti i lavori per migliorarsi ed entrare nella testa del cliente, da spartire ha anche quel momento di benessere che, più di ogni altra cosa, ti regala un buon gelato. Ecco che Licia Consoli, 48 anni, con una famiglia e 25 anni di lavoro svolto gomito a gomito col marito, la scorsa estate ha capito che la sua missione nell'ambito della formazione era terminata e poteva iniziare a spendere tutte le capacità acquisite nel meraviglioso settore del problem solving nell'ambito della ristorazione e del gusto, sue grandi passioni fin da giovanissima. 

Così ha analizzato il problema in tutte le sue sfumature e ha capito che la gelateria era il settore che più faceva al caso suo: ha una stretta relazione con la chimica, altro chiodo fisso di Licia, e soprattutto è un'impresa veloce da realizzare. Presa la decisione ha iniziato a guardarsi in giro e ha cercato il corso per gelatai più strutturato sul mercato: è andata a Brescia lasciando figli e marito di stucco, ma ogni volta che tornava a Cesena li addolciva con qualche nuovo esperimento di crema o frutta. "La prima ipotesi era quella di farmi assumere come gelataia - ci ha raccontato Licia Consoli - ma poi mi sono resa conto che le gelaterie hanno bisogno di personale che costa poco, io con la mia età ero fuori gioco. E' allora che ho iniziato a pensare: perché non aprirne una tutta mia?". 

E così il sogno di Licia si è concretizzato alcuni mesi fa quando gli ex gestori della gelateria Malatesta in piena piazza del Popolo hanno lasciato il negozio libero. Quello che era solo un progetto ha iniziato a prendere forma e ora Licia, da qualche settimana, è ufficialmente titolare di "Bonticchio" la gelateria nel cuore di Cesena, davanti alla fontana Masini. "Mi sono fatta aiutare a scegliere il nome. Cercavo qualcosa che fosse allegro, gioioso ma di sostanza - spiega Licia - non mi interessa fare un gelato gastronomico o strano ma un fiordilatte buonissimo che infonda allegria in chi lo mangia. Il suffisso icchio è ironico e unito alla parola bontà dà l'idea di un prodotto simpatico, giovanile, infantilmente autentico. Per quanto riguarda la composizione del gelato, le basi le facciamo noi: usiamo latte e panna della Centrale di Cesena. Non lavoro necessariamente con il biologico, ma mi piace la filiera corta. Le fragole vengono da Ponte Pietra e per caso è un'azienda biologica; i limoni li prendiamo in Calabria, maturano sulla pianta, facciamo l'ordine e loro li staccano, li lavorano e ce li spediscono in meno di 48 ore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In gelateria troverete tutti i gusti classici: cioccolato fondente, pistacchio e nocciola su base acqua (e che quindi possono essere mangiati anche dai vegani) poi abbiamo il cioccolato al latte, il variegato all'amarena, il cremino. Ogni tanto ci piace concederci qualche sfizio. La prima settimana di lavoro abbiamo proposto Bugs Bunny un gusto con carota e arancio e la Foresta bianca ispirato agli ingredienti della Foresta Casentinese: miele, ricotta di capra con caffè in polvere. Poi un'altra mia passione sono le erbe aromatiche. A me piacciono moltissimo - continua Licia - ed è per questo motivo che la classica crema l'aromatizzo con l'alloro. Un altro gusto che mi sono inventata è il limelì, un gusto marino realizzato con fior di latte, scorza di limone, menta fresca e liquirizia per infusione. E' ancora tutto nuovo per me, ma ho in mente di mantenere la tradizione delle crèpes che avevano i precedenti gestori, farò granite con la frutta fresca e torneremo ad avere lo yogurt soft. Una novità che introdurrò a breve sono le "coppe da passeggio" con basi da forno, gelato e guarnizioni a piacere. Praticamente un pranzo estivo". La gelateria è aperta tutti i giorni eccetto il lunedì fino a sera inoltrata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • La media migliore sfiora il 9,7: ecco l'elenco completo degli studenti più bravi del liceo classico Monti

Torna su
CesenaToday è in caricamento