Riqualificazione di tre piazze: spazio ai giovani progettisti

Il Comune promuove un "concorso" per accogliere i migliori progetti di riqualificazione di Piazza Fabbri, Almerici e Bufalini. Ecco alcune linee guida suggerite dall'Amministrazione

Piazza Bufalini (ph Mazza)

Si stanno definendo gli ultimi dettagli del concorso di idee per la riqualificazione del sistema delle piazze Almerici, Bufalini e Fabbri, in vista della pubblicazione del bando, prevista per metà ottobre. Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato la delibera con cui si stabiliscono gli importi dei premi da destinare ai vincitori: al primo classificato andranno 10mila euro, al secondo 5mila euro, al terzo 2mila euro. E’ previsto un rimborso spese di 1000 euro per i tre migliori progetti realizzati da ‘under 35’.

“Teniamo molto alla partecipazione di tecnici giovani – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - perché ci auguriamo che il loro approccio possa offrire chiavi di lettura originali e innovative. Per questo, oltre a richiedere che nei raggruppamenti temporanei ci sia almeno un professionista abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione, abbiamo deciso di prevedere un riconoscimento per i migliori progetti di giovani”.

Ma soprattutto l’Amministrazione ha messo a fuoco le indicazioni sulla base delle quali sviluppare il concorso.
“Scendendo più nel concreto, fra le indicazioni che verranno fornite ai partecipanti ci sarà, ad esempio, quella di chiamare in causa anche gli spazi interni e limitrofi alla Biblioteca Malatestiana, cercando di comprenderli in un percorso continuo che consenta di valorizzare elementi qualificanti ma finora poco considerati come, solo per citarne uno, quello che rimane dell’abside della Chiesa di S. Francesco.

Raccomanderemo, inoltre, di migliorare e rafforzare il sistema delle connessioni pedonali che lega le 3 piazze alle zone adiacenti (soprattutto via Masini e Montalti) anche per incentivare l’insediamento di nuove attività commerciali e pubblici esercizi, in modo da creare nuovi percorsi commerciali. Naturalmente si dovrà tener conto della presenza di quegli elementi ‘ingombranti’ (pensiamo, ad esempio, ai chioschi e ai cassonetti) per i quali si dovrà trovare una soluzione in modo da  integrarli nello spazio riqualificato ”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento