Arredi e "quarto lato" di piazza del Popolo: appello alla creatività degli universitari

AAA spunti cercansi per valorizzare piazza del Popolo. Questo l'obiettivo del concorso di idee che Comune di Cesena e Dipartimento di Architettura si stanno preparando a lanciare, sulla base dell'accordo siglato lo scorso anno

AAA spunti cercansi per valorizzare piazza del Popolo. Questo l’obiettivo del concorso di idee che Comune di Cesena e Dipartimento di Architettura si stanno preparando a lanciare, sulla base dell’accordo siglato lo scorso anno. L’iniziativa,  che sarà rivolta agli studenti di Architettura dell’Università di Bologna, si concentra su un duplice obiettivo: in primo luogo, definire spazi e strutture adeguati per la fruizione del suolo pubblico da parte degli esercizi commerciali dell’area e compatibili con l’attività del mercato ambulante, ma anche delineare possibili soluzioni per superare l’evidente inadeguatezza della grande aiuola verde che segna il confine fra la piazza e viale Mazzoni.

 “Piazza del Popolo – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è uno dei luoghi simbolo di Cesena ed è da sempre molto frequentata: all’attrattività del mercato settimanale oggi si affianca quella dei bar e ristoranti aperti o rinnovati nell’ultimo periodo. Un’evoluzione da sempre auspicata dall’Amministrazione, che punta a qualificare ulteriormente l’identità della piazza. Ma per raggiungere pienamente questo obiettivo è necessario creare le condizioni migliori per l’occupazione del suolo pubblico, attraverso l’individuazione di arredi urbani che sappiano favorire l’armonico inserimento delle attività nel contesto circostante, ricco di storia e ben caratterizzato, e al tempo stesso integrarsi con le esigenze legate agli altri utilizzi della piazza (mercato ambulante, fiere, manifestazioni). Proprio sulla base di queste considerazioni è nata la collaborazione con il Dipartimento di Architettura che ora ci sta vedendo lavorare insieme per mettere a punto questa iniziativa”.

 Entrando nel dettaglio, ai partecipanti sarà chiesto specificamente di elaborare proposte e soluzioni innovative per quanto riguarda gli arredi urbani e gli altri elementi utili ad ospitare le attività all’aperto, interpretando le necessità dei gestori e tenendo conto anche delle esigenze del mercato ambulante. Nel definire il sistema degli spazi e degli elementi di arredo (pedane, gazebo, sedute, ecc.), particolare attenzione dovrà essere posta utilizzo di materiali che non siano in contrasto con gli edifici e i monumenti della piazza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche per definire la nuova fisionomia dello spazio verde sul quarto lato della piazza, si dovrà tener conto di questo aspetto, oltre a delineare soluzioni che contribuiscano a qualificare i due spazi contigui della piazza e del viale, magari suggerendo la definizione di nuove funzioni. La partecipazione sarà aperta a tutti gli studenti iscritti a Corsi di Laurea afferenti al Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, che potranno elaborare le loro proposte singolarmente o in gruppo. L’obiettivo dell’Amministrazione è di pubblicare il bando di concorso nelle prossime settimane per concludere il percorso concorsuale entro l’estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento