Cgil, Cisl e Uil: "La casa di riposo cambi il contratto o perderà l'accreditamento"

“Da domani la residenza socio assistenziale per anziani Colle Carducci di Longiano dovrà tornare ad applicare un contratto sottoscritto dalle Categorie di CGIL CISL e UIL"

“Da domani la residenza socio assistenziale per anziani Colle Carducci di Longiano dovrà tornare ad applicare un contratto sottoscritto dalle Categorie di CGIL CISL e UIL; se così non fosse infatti decadrebbe la possibilità per questa azienda di poter continuare a gestire servizi in accreditamento”: lo annunciano i sindalisti Simone Pagliarani (FP CGIL), Michele Dall’Ara (FISASCAT CISL), UIL FPL CESENA e Paolo Manzelli (UIL TUCS). 

Che continuano: “La responsabilità di essere giunti a questo punto, lo ripetiamo nel caso in cui non fosse ancora chiaro , se la deve assumere solo ed unicamente la direzione aziendale della RSA Colle Carducci che , sorda agli accorati appelli al dialogo e alla responsabilità richiesti da CGIL Fp, Fisascat CISL, UIL Fpl e UIL TuCS, ha preferito seguire la strada della miope adesione ad un contratto che peggiora in modo esponenziale le condizioni dei lavoratori , sia da un punto di vista normativo , che da quello retributivo”.

Il confronto con l’azienda è aspro da un anno fa quando cioè, per la prima volta nel territorio Cesenate, i sindacati furono costretti a tenere un’assembla con il personale della RSA Colle Carducci di Longiano al di fuori della struttura perché “la proprietà si era detta indisponibile a garantire la possibilità di svolgimento della assemblea all'interno della propria struttura”, spiega una nota dei sindacati. La questione riguardava l’applicazione del contratto collettivo Anaste,firmato solo da sindacati autonomi poco rappresentativi e considerato peggiorativo. “A fronte di ciò e grazie alla sola posizione assunta dalla Giunta Regionale che, con la delibera del 2017 n. 1047 ha nuovamente chiarito che i servizi oggetto di accreditamento devono essere erogati da aziende che sottoscrivono un CCNL di lavoro con le Organizzazioni Sindacali comparativamente maggiormente rappresentative, come CGIL Fp, Fisascat CISL, UIL Fpl e UIL TuCS ci aspettiamo quindi una tempestiva convocazione da parte della direzione aziendale per rimediare i danni del vergognoso contratto applicato e ritornare a garantire a tutti i lavoratori i loro legittimi diritti”.
 

Potrebbe interessarti

  • Borghi di Romagna: i 4 più belli

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Meduse: verità e falsi miti su come rimediare alle loro punture

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • "Riportata in vita dai medici col mio bimbo in grembo", la storia di Annalisa

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • In tanti in Piazza della Libertà per Scamarcio: "Onorato di essere qui"

Torna su
CesenaToday è in caricamento