menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsius

"Suo figlio coltiva marijuana nel terrazzo". Lui la querela

E' quanto successo a Cesenatico nei giorni scorsi dopo una riunione tra condomini. Tutto è originato da uno dei residenti che si è tolto un bel po' di rospi

Lite condominiale dai risvolti legali. E' quanto successo a Cesenatico nei giorni scorsi dopo una riunione tra condomini. Tutto è originato da uno dei residenti che si è tolto un bel po' di rospi animando la seduta finché non ha trovato una controparte altrettanto accesa. Una donna lo ha fatto tacere con una accusa molto forte. “Stia zitto visto che suo figlio coltiva la marijuana nel terrazzo”. Gelo in sala. Poi battibecchi continui.

Sta di fatto che la polizia di Cesenatico è intervenuta per verificare se effettivamente ci fosse una coltivazione illegale in quell'appartamento, ma niente da fare. Di tutta risposta, il ragazzo che si è visto additare in quel modo ha querelato la signora che lo ha diffamato pubblicamente.

Potrebbe interessarti


    Commenti (3)

    • ...l'erba del vicino è sempre piu verde!

    • più che diffamazione mi sembra calunnia dato che sono intervenuti anche i poliziotti a fare la perquisizione...

      • Non è calunnia, in quanto l'informazione di un presunto reato non è avvenuta mediante una comunicazione diretta all'autorità giudiziaria

    Più letti della settimana

    Torna su