Cesenatico ricorda la liberazione con tante iniziative: "Il 20 ottobre giorno importante"

il Comune di Cesenatico ha organizzato una serie di iniziative interessanti e aperte a tutta la cittadinanza

In occasione delle celebrazioni per il 75° Anniversario della Liberazione di Cesenatico dall’occupazione nazifascista, il Comune di Cesenatico ha organizzato una serie di iniziative interessanti e aperte a tutta la cittadinanza.

Domenica 20 ottobre, il Sindaco insieme ad una delegazione in rappresentanza delle forze politiche, sociali, combattentistiche e militari, partendo dal Municipio cittadino, si recherà a deporre corone di alloro nei luoghi che ricordano i Caduti Partigiani, a Ponte Ruffio, alla Rocca di Cesena e al Cimitero Cittadino. Alle ore 11 sarà celebrata una messa presso il Cimitero Cittadino in ricordo delle 264 vittime.
Mercoledì 23 ottobre, alle ore 21.00, presso il Teatro Comunale la Fondazione Radici della Sinistra di Cesena, in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena e la Fondazione Gramsci organizza le “Letture Gramsciane dalle “Lettere dal carcere” con le voci narranti di Michele di Giacomo e Tamara Balducci. A condurre la serata sarà il Direttore della Fondazione Gramsci Francesco Giasi.

Venerdì 25 ottobre, alle ore 20.45, presso il Teatro Comunale, la Sezione di Cesenatico dell’Anpi presenta “Cesenatico Liberata”, uno spettacolo in musica e parole che omaggiano Cesenatico e i sui ricordi nel periodo della Resistenza, con le voci narranti di Gaia Babbi, Mino Savadori, Lucia Vasini, Alessandro Pieri, accompagnati da chitarra e violoncello di Marco Strinati e Pietro Agosti.

“Il 20 ottobre è un giorno importante – commenta il Sindaco Matteo Gozzoli –  che decretò la fine di uno dei periodi più oscuri della nostra storia nazionale, 20 anni di dittatura fascista. Anni di persecuzioni razziali, che hanno causato vittime innocenti, eccidi efferati. Anni in cui la democrazia, i diritti di ogni persona sono stati spazzati via da un potere persecutorio e crudele.

Desidero, come cittadino di Cesenatico, che sia ricordato da tutta la comunità, poiché rappresenta una tappa fondamentale per la riconquista dei nostri diritti e il ritorno alla democrazia. Continuare a commemorare le 264 persone tra militari impegnati nei diversi fronti e civili morti durante il fronte è un dovere di tutti noi, affinché il ricordo dell’orrore che l’Italia ha vissuto, non svanisca e venga tramandato nel tempo. Invito quindi – conclude il Sindaco – tutti i cittadini a partecipare, insieme a me, alle celebrazioni di domenica, poiché sarà una giornata di riflessione sul valore profondo della libertà e dei diritti fondamentali. Invito, inoltre, a partecipare alle varie iniziative, che abbiamo organizzato in occasione dell’anniversario”. 

Il calendario degli eventi in programma in occasione delle celebrazioni della liberazione di Cesenatico è molto ricco e aperto a tutta la cittadinanza.

L’ingresso è libero per tutti gli appuntamenti, maggiori informazioni si possono reperire contattando il Servizio Beni e Attività Culturali – Ufficio Cultura (0547-79274 teatro.comune.cesenatico.fc.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura di San Valentino: giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno

  • Il papà accanto alla salma: "Mattia tra poco si va a casa". In consiglio comunale un minuto di silenzio

  • Suicidio al liceo, troppa pressione a scuola? L'esperta: "Il risultato non è mai abbastanza"

  • Studente modello del Monti, era appena uscito da scuola: i contorni del dramma in stazione

  • Ha lottato contro il sarcoma di Ewing, addio a Steven Babbi. "Ha amato la vita fino all’ultimo istante"

  • Furgone colpisce un'auto e la trascina per una decina di metri: perde la vita un cesenate

Torna su
CesenaToday è in caricamento